Attualità

Inaugurato ad Albano il primo Circolo Arcigay della provincia di Roma

mattia picca francesco angeli (3)

E’ stato inaugurato sabato pomeriggio ad Albano, in via del Macello 12, nei pressi di piazza Gramsci, il primo Circolo Arcigay della provincia di Roma per le attività sociali degli iscritti. Presenti il presidente dell’Arcigay Roma Francesco Angeli, il giovane presidente del Circolo di Albano Mattia Picca, i consiglieri comunali Salvatore Tedone e Massimiliano Borelli, che hanno accolto e salutato i numerosi presenti giunti da tutti i Castelli Romani, per il tesseramento e per partecipare all’inaugurazione dello spazio, dove vi è un bel parco esterno. 

borelli picca angeli (1)
Borelli, Picca e Angeli

Sono intervenuti anche Daniela Nardis, nipote di Massimo Consoli, lo scrittore saggista di Marino, a cui è stata intitolata la nuova location di Albano, la responsabile dell’Assemblea delle Donne Asl Roma 6 e attivista del movimento femminista “Non Una di Meno-Castelli Romani”, Alessandra Zampetti, e il segretario dei giovani democratici Luca Galanti. 

Sono stati circa duecento i giovani e meno giovani che hanno preso parte all’apertura del Circolo. La struttura esterna avuta in uso dai ragazzi è stata tutta ripulita e rimessa a posto, ed è pronta per ospitare varie iniziative, visto anche la bellezza del giardino con gazebo molto ampio. Rimane sempre attiva la storica sede di piazza Salvatore Fagiolo 8 ad Albano centro. 

mattia picca francesco angeli (3)
Mattia Picca e Francesco Angeli

Daniele Priori, ha ricordato, durante la serata, che è proseguita con musica e buffet,  la figura storica di Massimo Consoli,  scrittore, saggista e giornalista, originario di Marino, che ha combattuto tante lotte a favore del mondo gay prima di morire per una malattia incurabile nel 2007, a soli 62 anni. Consoli, come ha detto Priori, è stato un attivista LGBT italiano (una sigla utilizzata come termine collettivo per riferirsi a persone Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender), tra i padri fondatori del movimento di liberazione omosessuale in Italia, ricordato come uno dei fondatori del movimento gay italiano. 

Più informazioni
commenta