POLITICA

La lista civica ‘Lanuvio per la Democrazia’ ha incontrato i cittadini presentando nuovi progetti da realizzare

4D0636E8-1158-43C4-8EF2-85EE2C821852

di Giulia Banfi

326EBC77-DB5A-4C2F-9B52-AAC567AFEB43

Si è svolto oggi pomeriggio al Centro Polivalente di Campoleone l’incontro tra la lista civica Lanuvio per la Democrazia, attualmente alla guida dell’amministrazione, e i cittadini. Un confronto fortemente voluto dai componenti della lista per informare sulle opere realizzate fino ad ora sul territorio di Lanuvio e i progetti in cantiere da realizzare nei prossimi anni.

4D396512-CD38-4848-A5F8-36D568F459B1

In una sala gremita di cittadini interessati ad ascoltare le parole del sindaco Luigi Galieti e della sua squadra, si è aperto il confronto con l’introduzione della capogruppo Irene Quadrana e con un commovente momento di riconoscimento ai fondatori della lista civica e ai loro valori: “Anni fa è stato piantato un seme, a noi è stato dato il compito di coltivarlo -ha detto la Quadrana-. Abbiamo ancora tanto da fare, ma non dimenticheremo mai i valori di chi un giorno, in una cantina, si è seduto ad un tavolo e ha fondato questa lista”.

Vorrei ricordare un amico – ha detto al microfono Tito Frezza tra i fondatori – se questo movimento continua ad esistere è anche grazie a te, Pietro, e alle tue idee”. Parole condivise anche dal sindaco Galieti che ha ricordato come la lista sia nata da diverse origini: “Anni fa ci siamo uniti, gente con idee di destra e di sinistra, ma l’idea principale era di sviluppare un progetto per Lanuvio. È venuta prima l’amicizia, poi la politica e per questo gli ideali di fondo continuano a vivere ancora oggi”.

E76BF247-12D2-4454-AA43-E1B0A2A56408

Protagonista principale dell’incontro proprio Lanuvio e i suoi cittadini, illustrata attraverso i progetti di urbanistica in cantiere presentati dal vicesindaco Andrea Volpi. Tra i progetti sicuri che hanno già ottenuto budget si mettono in lista: il campus scolastico; i lavori di messa a norma dell’asilo nido comunale; i lavori alla scuola Marianna Dionigi; l’ampliamento dell’isola ecologica; la realizzazione della cittadella del rugby a Campoleone. 

Tra i progetti, invece, su cui l’amministrazione sta lavorando in sinergia con altri enti, si elenca: la valorizzazione del centro storico, delle mura medievali, dei locali storici; il rinnovamento del centro giovanile De Andrè; un nuovo piano per la scuola Galieti di Campoleone; l’efficientamento energetico per i campi sportivi; l’acquisto dell’area del nuovo cimitero; un servizio innovativo e più virtuoso per le farmacie comunali.

Progetti che si aggiungono alla rivoluzione edilizia avviata, con 5 piani particolareggiati già presentati, che Andrea Volpi ha ampiamente rivendicato annunciando anche l’intenzione di voler coinvolgere da ottobre di nuovo i cittadini con confronti periodici: “La politica si fa presentando dei progetti, quando eravamo all’opposizione non mancavamo di dire la nostra e presentare nuove proposte. Attualmente questo non avviene, l’attuale opposizione parla ma non presenta progetti concreti su cui confrontarci. Investire su di noi è un investimento sicuro, perché abbiamo finora realizzato molto, mantenendo i nostri principi. Chi non li ha rispettati non fa più parte di questa lista. Ad oggi noi siamo trasparenti e sempre pronti a rispondere ai cittadini”.

2B8F4D0C-252F-4B4E-B88D-B780D3928327
commenta