Quantcast
CN Motors - Auto, quanto mi costi? Un report completo sui costi di gestione - Castelli Notizie
Attualità

CN Motors – Auto, quanto mi costi? Un report completo sui costi di gestione

fiat-500l-beats-edition-hp

Di Paolo Colò

Quanto-mi-costi-auto-

Quante volte ci siamo chiesti quanto ci costa mantenere la nostra auto? L’acquisto, le rate, la benzina e poi il bollo, l’assicurazione. In più dobbiamo tener conto dei tagliandi delle gomme e di eventuali interventi di manutenzione imprevisti. Insomma, talmente tante voci che spesso si perdono i conti.

Grazie ad un nostro affezionato lettore che minuziosamente ha registrato le spese della sua auto, degli ultimi 5 anni, abbiamo potuto redigere questo dettagliato report dei costi di gestione di un’auto media famigliare. Ci sono stati forniti i dati dal giorno dell’acquisto, in cui ha versato l’anticipo e ha dato indietro la sua auto fino a pochi giorni fa.

L’auto in questione è una Fiat 500L motorizzata con il noto motore 1.3 litri Multijet II, con potenza di 85 cv. Un’auto molto diffusa che è equipaggiata con il più venduto dei motori del gruppo FCA. Altra informazione importante, per comprendere il contesto di questo studio è il tipo di utilizzatore di questo veicolo, perché influisce su alcune voci di costo, come l’assicurazione. Il driver in questione è una persona di mezza età con il massimo della classe assicurativa.

fiat-500l-beats-edition-hp

Nel conteggio è stato tenuto in considerazione il prezzo d’acquisto compreso di anticipo, permuta usato, interessi e spese sulla rate. Inoltre, è stato preso in considerazione ogni costo dell’auto anno per anno: Assicurazione, bollo, tagliandi, manutenzione ordinaria e straordinaria, spese extra (lavaggio e acquisto accessori after-market), benzina e costo degli pneumatici. Nel conteggio viene escluso il costo dei vari parcheggi, che ad oggi è diventata una spesa rilevante, ma difficile da tenere sotto controllo.

L’auto è stata acquistata nell’aprile 2014 ed il conteggio è stato arrestato a Dicembre 2019. In 5 anni e 7 mesi l’auto ha percorso 108000 chilometri ed è stata usata regolarmente tutti i giorni per andare a lavoro e tutti gli anni per fare viaggi in autostrada, coprendo distanze che vanno da 1500 a 2000 chilometri alla volta.  

Il risultato di questo studio è stato a dir poco inaspettato. Per acquistare e mantenere questa auto, di piccola cilindrata e di categoria media, occorrono 581.55 € al mese, compreso dei consumi di carburante. In questo resoconto, naturalmente, sono state conteggiate le rate mensili comprensive di interessi e spese. Inoltre, il periodo di finanziamento è durato per 60 mesi al termine del quale si è estinto il debito e la pressione economica mensile è diminuita di fatto. Nel nostro calcolo sono state spalmate le spese, rata compresa, su tutti i mesi di possesso. Andando avanti nel tempo quindi, ci si aspetta una diminuzione del costo mensile. Ma questo è vero fintantoché la vettura non necessitasse di importanti interventi di manutenzione straordinaria.

Vediamo più nel dettaglio i costi. Abbiamo cercato delle grandezze significative in modo tale da poter dare, al lettore in cerca di delucidazioni, un termine di paragone rispetto ad altre formule di acquisto ed utilizzo di un veicolo, come il noleggio a lungo termine ed il car-sharing. Dai dati abbiamo estratto il costo al km, al minuto, al giorno ed al mese.

Iniziamo dal primo dato. I costi al chilometro sono stati di 0.37 €, spalmati su 108000 km. Non tanto se si pensa quanto l’auto sia stata sfruttata in più di 5 anni. Parliamo di circa 20.000 km all’anno. Il costo al minuto invece è di circa 0.013€. Questo dato è utile se lo si vuole confrontare con i servizi di car-sharing, che oggi sono un’ottima alternativa al possesso di un’auto per chi abita e lavora in città. Ma anche in questo caso, l’auto di proprietà sembra essere più conveniente del car-sharing, visto che il prezzo medio si aggira sui 0.10 € al minuto. Va considerato però che una volta parcheggiata, l’auto condivisa non rappresenta più un pensiero visto che non è necessario né rifornirla ne pagarci bollo e l’assicurazione.

Il costo al giorno è di 18.97 € ed è un valore interessante da paragonare con la paga oraria, così ci dà un’idea di quanto quest’auto ci pesi ogni giorno in cui noi ci alziamo per lavorare. Infine, il costo mensile il valore più significativo, utile da poter paragonare allo stipendio ed a tutte le altre voci di spesa del bilancio familiare. In questo caso per acquistare e mantenere quest’auto negli ultimi 67 mesi, sono stati necessario 581.55 €. Una cifra che fa pensare se paragonata al noleggio al lungo termine. Con una cifra come questa si può noleggiare un’auto di classe superiore, con tutti i servizi e le spese comprese (all’infuori della benzina però).

In questo contesto però, va considerato il valore residuo che l’auto ancora possiede. Questo è direttamente proporzionale all’età del veicolo, ai chilometri e da come l’auto è stata mantenuta. Dalla valutazione rilasciata dal sito Autoscout24 il valore dell’auto si aggira tra i 9900 € e gli 8800 . In un concessionario, consultato per l’acquisto di una nuova auto, è stata valutata 7100 €, valore che potrebbe garantire un buon anticipo per un altro veicolo. Considerato questo, nel caso si vendesse l’auto o questa venga data in permuta per l’acquisto di una nuova, il costo reale sostenuto per mantenere l’auto sarebbe compreso tra i 29.645,00 € ed i 32.445,00 €.

In conclusione, possiamo dire che in base a questo studio, molto specifico, i lettori interessati a cambiare auto possono prendere spunto per una riflessione più ampia dei costi e sulle diverse alternative disponibili sul mercato. Per coloro che fossero interessati possono richiedere alla redazione il foglio di calcolo Excel per mantenere sotto controllo i costi della propria auto o per valutare i costi di un eventuale acquisto

Tabelle-
commenta