Quantcast
Elettrosmog, a Lariano il convegno sul 5G sull'importanza di un'informazione consapevole - Castelli Notizie
Attualità

Elettrosmog, a Lariano il convegno sul 5G sull’importanza di un’informazione consapevole

incontro 5g lariano

Ieri, presso l’Anfiteatro di Lariano, intorno alle 18 i tre relatori del Comitato di Salvaguardia e Tutela dell’Ambiente di Monte Porzio Catone, Prof. Giovanni De Rossi, insegnante di matematica e fisica, Dott. Stefano Gallozzi, astronomo, ricercatore e tecnologo presso INAF ( Osservatorio astronomico di Roma) e la dott.ssa Vittoria Gallo hanno incontrato i cittadini, intervenuti in numero esiguo, per parlare del 5G. Presente anche la professoressa Sabrina Verri, in rappresentanza dei Consiglieri  dell’ Opposizione che nell’ultimo Consiglio Comunale si sono visti bocciare la mozione relativa all’acquisizione di maggiori informazioni per l’installazione a Lariano di antenne 5G.

incontro 5g lariano

…..”Nobody but you..Nessuno può salvarti se non te stesso. Sarai continuamente messo in situazioni praticamente impossibili…nessuno può salvarti se non tu stesso e vale la pena di salvarti.” (Charles Bukoswki)

Questa è stata l’apertura dell’evento, della dott.ssa Gallo, a cui ha fatto seguito l’intervento del Prof. De Rossi che ha immediatamente posto l’accento sull’importanza dell’informazione consapevole attraverso la spiegazione di concetti base quale l’onda elettromagnetica, il CEM campo elettromagnetico, le onde elettriche, le frequenze e gli effetti sulla salute della popolazione esposta alle radiofrequenze. 

incontro 5g lariano

Assumendo da subito la distanza da una divulgazione della conoscenza legata a questioni di profitti economici e politici, ha puntato a sottolineare quanto sia fondamentale la conoscenza  degli studi scientifici che in questo caso, dimostrano gli effetti biologici dovuti ad “un’esposizione incontrollata” ai campi magnetici.  

L’incontro è proseguito  con l’intervento del dott. Gallozzi, che ha parlato tra l’altro di studi che hanno messo in evidenza come gli effetti dannosi delle onde elettromagnetiche (disturbi del sonno, stanchezza cronica,perdita memoria, disturbi visivi, uditivi, e più gravi come effetti cancerogeni, aborti..) dipendano dall’intensità, dalla frequenza e dal tempo medio di esposizione alle diverse fonti di radiazione CEM ad alta frequenza. Ma a parità di esposizione, cioè di potenza del segnale, il 3G risulterebbe più dannoso del 2G, mentre il 4G del 3G e il 5G lo sarà del 4G e così via…

Gallozzi ha fornito piccoli suggerimenti ai presenti, quali evitare di parlare al telefono a lungo in macchina, utilizzare il telefono cellulare attraverso il viva voce e l’uso di auricolari con il filo, mettere il cellulare in modalità aereo specialmente  durante la notte.  Adottare quindi una vigilanza attiva nell’uso quotidiano che prenda sempre come criterio il parametro della “distanza”.

A conclusione la dott.ssa Gallo ha letto un foglio cn su scritto in calce: R.Kennedy 18/03/1968

“ non troveremo mai un fine per la Nazione, ne’ una nostra personale soddisfazione del mero perseguimento del benessere economico, nell’ammassare senza fine beni terreni….il PIL non tiene conto della salute delle nostre famiglie, della qualità della loro educazione o della gioia dei loro momenti di svago…misura tutto, in breve, eccetto ciò che rende la vita veramente degna di essere vissuta”

                                                                                                        Doriana Beranzoli

Più informazioni
commenta