Attualità

VELLETRI – E’ stato ritrovato a Roma il pappagallo sparito 7 mesi fa vicino Porta Napoletana (VIDEO)

Samantha e Gray

Una storia davvero incredibile e, per fortuna, a lieto fine, quella che ci porta a Velletri, con la triangolazione della Capitale, dove è stato ritrovato il pappagallino sparito 7 mesi in zona Porta Napoletana, per cui la nostra redazione aveva pubblicato un articolo, facendo proprio il disperato appello della sua padroncina, che si spinse ad offrire una ricompensa per chi lo avesse trovato.

Samantha e Gray
Samantha e Gray

Il Calopsite maschio, che rispondeva al nome di Gray, aveva fatto perdere le sue tracce venerdì 15 maggio ed è stato ritrovato a quasi 7 mesi di distanza da quel giorno.

A rendere pubblico il suo ritrovamento e a raccontare quanto accaduto, con estrema gioia, è proprio, Samantha, che non si era mai arresa alla sua scomparsa, tanto da continuare a lanciare appelli.

Proprio la sua determinazione l’ha spinta all’ormai inatteso ritrovamento, avvenuto casualmente.

Una mia amica – ci racconta Samantha ancora commossa – ha perso il suo, un mese dopo di me e aveva visto un annuncio di un Calopsite ritrovato a Roma. E’ andato a vederlo e mi ha mandato le foto e il video, dai quali ho capito subito che era un perlato, e non un ancestrale come il suo. Le ho detto di farmi le foto delle perlature dietro la testa, perché il mio aveva delle macchie gialle proprio li dietro. A quel punto mi ha fatto una videochiamata, ed era proprio uguale al mio Gray, e quando l’ho chiamato, col mio fischio, lui mi ha riconosciuto, tanto che non ho trattenuto il pianto. La signora che l’ha trovato mi ha detto di andare a Roma e che me lo avrebbe ridato se avesse capito che era davvero il mio Gray ed il video che vi mando – racconta Samantha a “Castelli Notizie” – fa capire la gioia mia e sua non appena ci siamo rivisti”.

Gray si è perso che che aveva 7 mesi ed è stato ritrovato ad 1 anno e 3 mesi. “È stato inizialmente in una gabbia minuscola per certo perché le piume della coda erano spezzate da sfregamento sulle sbarre della gabbia”, racconta Samantha, che ricostruisce quelli che secondo lei possono essere stati i movimenti del suo amico.

Da Velletri sicuramente qualcuno l’ha preso e portato a Roma, perché se fosse rimasto in giro lo avremmo sentito. Affettuoso com’è – racconta ancora emozionata la giovane veliterna – deve essere andato sulla testa di qualcuno o è entrato in qualche finestra”.

Fino a che, nei giorni scorsi, non è entrato nella finestra di una donna romana, in zona Nomentana, che ha avuto il buon cuore e l’accortezza di annunciare il ritrovamento.

Più informazioni
commenta