Quantcast
Ciampino - Sgomberata sede Pro Loco per far posto ai lavori per l'Auditorium. L'Associazione aveva già ricevuto ultimatum - Castelli Notizie
Attualità

Ciampino – Sgomberata sede Pro Loco per far posto ai lavori per l’Auditorium. L’Associazione aveva già ricevuto ultimatum

ciampino pro loco

Sono stati sgomberati nella giornata di ieri i locali occupati dalla Pro Loco di Ciampino, in via del Lavoro, e di proprietà comunale. Con il cambio del direttivo, e l’arrivo della nuova Presidente Eleonora Persico, l’Associazione si era già vista sottrarre la propria sede a settembre da parte del Comune.

Gli spazi sono stati ripuliti e sono stati rimossi tutti i materiali che si trovavano al loro interno, tra cui documenti, oggetti elettronici, tavoli e molto altro.

ciampino auditorium

Il motivo di tale sgombero risiede con tutta probabilità nell’inizio dei lavori per l’Auditorium. Un cantiere verrà infatti aperto prossimamente; tale opera era già stata annunciata più di un anno fa con l’esplosione di non poche polemiche.

pro loco ciampino

La Pro Loco era stata già invitata a liberare l’ex sede. Il 21 gennaio 2020 all’Associazione era giunto anche un sollecito che invitava a svuotare le stanze entro il 15 febbraio 2020, quasi un anno fa.

I locali si trovano infatti all’interno del complesso bibliotecario e del polo culturale che presto assumerà una nuova sembianza grazie ai lavori annunciati dall’Amministrazione e dallo stesso Delegato ai Servizi Bibliotecari Gianfranco Di Luca.

ciampino pro loco

La cittadinanza si è presto divisa per la vicenda accaduta. In molti hanno compreso l’azione dell’Amministrazione, seppure incisiva e irruenta, di entrare nei locali svuotandoli e ripulendoli a proprie spese da tutti i materiali raccolti in numerosi anni dall’Associazione. Dall’altra parte c’è chi pensa che sia stato gettato al macero l’intero patrimonio storico di una realtà culturale.

Dal suo canto, la Pro Loco era certa di un confronto aperto con la Sindaca nella speranza che presto si sarebbe trovata una soluzione per i locali. Ma per il momento sembra che si siano creati ancora più inasprimenti tra le due parti.

Più informazioni
commenta