Quantcast
Lariano - A 23 anni Fabiola Albanese è la più giovane vincitrice del Concorso Diplomatico. "Sogno di diventare Ambasciatore" - Castelli Notizie
Attualità

Lariano – A 23 anni Fabiola Albanese è la più giovane vincitrice del Concorso Diplomatico. “Sogno di diventare Ambasciatore”

Fabiola Albanese

“Considero l’essere risultata vincitrice del concorso come un punto di partenza piuttosto che come un traguardo. Sono consapevole di essere solo all’inizio di un percorso stimolante.” Ventitreenne pugliese di nascita ma residente a Lariano, Fabiola Albanese è risultata decima, su 1000 partecipanti di cui solo 31 ammessi, al Concorso Diplomatico, così come si legge nella graduatoria di merito finale pubblicata martedì 16 marzo.

Fabiola è la più giovane diplomatica vincitrice d’Italia. Ha trascorso parte della sua adolescenza all’estero e in particolare in Siria e in Grecia dove è potuta entrare in contatto con “il mondo delle ambasciate”.

Fabiola Albanese

Nel 1995 i genitori decidono di stabilire la loro residenza a Lariano, l’anno seguente si spostano provvisoriamente, causa esigenze lavorative a Brindisi e li’ nasce Fabiola, il 10 agosto del 1997. Dunque già navigante ed esploratrice prima ancora della propria nascita, la piccola frequenta l’istituto scolastico internazionale “Pakistan International School of Damascus” ma a causa della crisi siriana la famiglia rientra in Italia e Fabiola si iscrive al liceo linguistico di Velletri “ Ascanio Landi” che frequenta per circa due anni dopo i quali prosegue i suoi studi al “St. Lawrence College “ di Atene , conseguendo il diploma inglese di scuola superiore a soli 17 anni.

Rientrata in Italia ottiene la laurea magistrale alla giovane età di 21 anni presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Universita’ La Sapienza di Roma in “Relazioni Internazionali” con una votazione di 110 e lode, dopo aver già ottenuto, con la stesso voto, una laurea triennale interamente in inglese in “Political Science and International Relations”.

“ Da quando ero piccolina ho sempre avuto il desiderio di lavorare nell’ambito delle relazioni internazionali. Ciò significa opportunità di viaggiare e di entrare in contatto con altre culture. L’esperienza in Siria, l’ instabilità politica che ci ha costretti al rientro, hanno rappresentato il mio punto di svolta. Ho capito l’importanza che rivestiva per me occuparmi di promuovere gli interessi dell’Italia nel mondo.”

Ci confida Fabiola, che decide allora di iscriversi al “Corso intensivo di preparazione al concorso per la carriera diplomatica” presso l’Università Luiss di Roma, terminato il quale partecipa al concorso diplomatico indetto dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Così Fabiola con semplicità, nonostante l’eccellenza dei risultati ottenuti finora, e con grande voglia di conoscere, di continuare ad apprendere e di intraprendere nuove avventure si appresta ad iniziare una carriera diplomatica che prevede un’ assunzione con il titolo di “Segretario di Legazione in prova” per un periodo di nove mesi, e via via un susseguirsi di step graduali che attraverso il Consigliere di legazione e Consigliere di Ambasciata, arrivano al Ministro Plenipotenziario per poi raggiungere l’apice della carriera diplomatica nel grado di Ambasciatore.

“Sono consapevole che questo tipo di carriera mi porterà fuori dall’Italia- continua Fabiola- in situazioni anche disagiate e qualche volta pericolose. I miei genitori sono molto fieri, orgogliosi e felici perché sto realizzando il mio grande sogno e mi hanno sempre sostenuto in tutto ed aiutato come potevano”.

Con riservatezza e con una grande ammirazione ci uniamo a loro nell’elogiare la tenacia, il lavoro e la forza di una giovanissima donna che è di esempio e di incoraggiamento per tutti coloro che sperano di realizzare i propri sogni. Un fiore all’occhiello non solo per Lariano ma per il nostro intero Paese, un messaggio positivo, di cui oggi più che mai i giovani, e in particolare gli adolescenti, hanno bisogno.

Doriana Beranzoli

Più informazioni
commenta