Quantcast
Ciampino, Comune condannato a risarcire ex Ufficiale della Polizia Locale - Castelli Notizie
Attualità

Ciampino, Comune condannato a risarcire ex Ufficiale della Polizia Locale

polizia locale ciampino

Dopo una lungaggine giudiziaria iniziata nel 2014 con un ricorso al Tribunale di Velletri sezione lavoro, proposto da un ex Ufficiale della Polizia Locale ora in pensione, il Dott. Basilio Bruschi, difeso dall’Avv. Eduardo Auricchio, per l‘attribuzione dell’incarico di Comandante p.t. della Polizia Locale di Ciampino ritenuta illegittima dal ricorrente per il periodo compreso tra il 2006 ed il 2010, in data 3 marzo 2021 si è espresso il Tribunale riconoscendo al Dott. Bruschi i requisiti di legge per la nomina a Dirigente Comandante della Polizia Locale dal 2009 al 2010, condannando l’Ente al risarcimento del danno economico per perdita di chance e danno professionale.

E’ stato infatti riconosciuto l’illegittimità dell’atto del 16/7/2009, a mezzo del quale è stata disposta la proroga dell’incarico temporaneo già affidato all’attuale comandante, con atto avente efficacia fino al termine delle operazioni concorsuali per il reclutamento del Comandante della Polizia Locale, in quanto l’allora Ufficiale della Polizia Locale, Bruschi, avendo ottenuto la laurea triennale nel 2008, possedeva tutti i requisiti necessari per l’incarico pro tempore.

L’Ente è stato condannato al pagamento, in favore della parte ricorrente, di 7.500 euro a titolo di perdita di chance di ottenere l’incarico temporaneo di comandante del corpo di polizia locale dal 16/7/2019 al 19/10/2020 (giorno in cui è stata pubblicata la graduatoria del bando di concorso), e di 3.000 euro a titolo di perdita di chance di sviluppo di competenze professionali.

Avverso la predetta sentenza il Comune di Ciampino, forte delle proprie ragioni, sembra abbia già dato incarico a due professionisti.

Per lo stesso fatto, nel 2020 si era già espressa anche la Corte di Appello di Roma per una questione di competenza giurisdizionale sollevata dall’Ente ed in primo grado accolta dal Tribunale di Velletri. La stessa Corte ha condannato l’Ente al pagamento delle spese processuali e ordinava la riassunzione presso il Tribunale di Velletri.

I fatti si riferiscono anche ad un contenzioso amministrativo presso il TAR Lazio per la procedura dello stesso concorso per Dirigente Comandante della Polizia Locale di Ciampino pubblicato dall’Ente nel 2009, per essere stato il Dott. Bruschi, difeso dall’Avv. Auricchio, escluso dai requisiti previsti dal bando stesso, contenzioso ad oggi pendente presso il Consiglio di Stato.

Più informazioni
commenta