Quantcast
Rocca Priora - Avis, nominato il nuovo consiglio direttivo. Antonella Fidaleo eletta Presidente - Castelli Notizie
Attualità

Rocca Priora – Avis, nominato il nuovo consiglio direttivo. Antonella Fidaleo eletta Presidente

avis-roccapriora

Il 17 Aprile 2021 si è tenuta l’Assemblea elettiva dell’Avis di Rocca Priora, nella quale
è stato nominato il nuovo Consiglio Direttivo che guiderà l’associazione per il periodo
2021/2024. A seguito di questo, nella giornata di ieri, si sono votati e assegnati i nuovi incarichi: Presidente: Antonella Fidaleo, Vicepresidente: Giorgia Ceruso, Segretario: Franco Vinci, Tesoriere: Franco Vinci, Direttore Sanitario: Dr.Giuseppe Porcari, Consiglieri: Mauro Ceccarelli, Andrea Di Renzo, Giulia Gasperini, Laura Fidaleo e Damiano Porcari.
“Ringrazio per la fiducia che mi è stata accordata… – dichiara il nuovo presidente – obiettivo di questo direttivo sarà quello di migliorare e far crescere la nostra associazione e continuare con l’impegno ed il pensiero del presidente fondatore, Ennio Mauro Fidaleo,
recentemente scomparso, il quale, insieme ai soci fondatori ed alla squadra di volontari
storici, hanno sempre creduto ad un maggiore impegno che porti ad un miglioramento per la nostra comunità. Su questa stessa base, nasce il nuovo direttivo, il quale si è posto come importante obiettivo quello di trovare un locale dove poter ubicare la nostra sede e un nuovo centro di raccolta. L’AVIS di Rocca Priora sta cercando, all’interno del paese, un locale che abbia una metratura superiore ai 120 metri quadrati, che sia finestrato e in regola dal punto di vista urbanistico. Per far ciò e per aiutarci economicamente, abbiamo già provveduto all’iscrizione dell’Associazione presso l’Agenzia delle Entrate per i benefici dell’erogazione del 5xmille. A tutti i donatori, invece, che come noi, credono e lottano ogni giorno per mantenere in vita la nostra associazione, chiediamo aiuto per quanto riguarda i lavori che eventualmente dovranno essere posti in essere nella nuova sede. Siete in tanti, ci sono tante maestranze che potrebbero scendere in campo e lavorare con noi affinché questo progetto possa prendere forma e divenire una realtà viva e sempre più operante nel nostro paese”.

Più informazioni
commenta