Quantcast
Velletri, il liceo Landi vince la Gara di Robotica progettando e manovrando un rover marziano - Castelli Notizie
Attualità

Velletri, il liceo Landi vince la Gara di Robotica progettando e manovrando un rover marziano

gara robotica liceo landi velletri

Il 15 e 16 Aprile si è svolto il “MARRtino rover hackathon 2021”, una maratona informatica in cui squadre di ragazzi delle scuole superiori dalle diverse regioni di Italia si sfidano in una gara di robotica dai ritmi incalzanti, unica nel suo genere: progettare e manovrare da remoto un rover “marziano” in condizioni del tutto simili a quelle presenti sul Pianeta Rosso. Problem solving, Informatica, Robotica, Astrofisica e Tecnologia si fondono in una gara molto intensa che appassiona i ragazzi e i loro docenti e che fornisce risultati di apprendimento sorprendenti, oltre a restituire un interessantissimo spaccato sulla ricerca e l’innovazione.

gara robotica liceo landi velletri

A vincere è stata la squadra del liceo Landi di Velletri. La gara, patrocinata da importanti enti europei e nazionali (ESERO, ESA, ASI, INAF, DIAG (La Sapienza), ALTEC e ANISN) si è svolta presso il Centro di Controllo per le Operazioni dei Rover (ROCC) di Torino, in un’arena che è il terreno dove si sta testando il rover della Missione ExoMars, il cui lancio per raggiungere Marte è previsto nel 2022.

Le squadre hanno dovuto affrontare le due fasi tipiche di una vera e propria missione spaziale. Nella fase di “preparazione della missione” hanno dovuto assegnarsi un nome, creare un proprio logo, scrivere una pagina di presentazione dei propri membri e di descrizione della propria motivazione e preparare una presentazione convincente per la giuria.

gara robotica liceo landi velletri
gara robotica liceo landi velletri
gara robotica liceo landi velletri

Nella fase delle “operazioni della missione”, le squadre hanno dovuto setacciare il terreno “marziano” per trovare dei target nascosti tra rocce e insidie varie. Non sono mancate le difficoltà, tra robot che hanno urtato grosse rocce che li hanno fatti ribaltare o che si sono affossati nella sabbia. Le squadre infatti, non hanno potuto comandare il rover MARRtino da un’interfaccia basilare tipo joystick né vederlo muoversi ma, proprio come accade per un rover che si muove su un altro pianeta, hanno dovuto programmarlo da remoto, rispondendo sul momento alle problematiche che si presentavano e che i piloti/programmatori vedevano solo attraverso foto statiche prese ad ogni mossa dagli “occhi” del robot stesso, senza avere la visione di insieme del territorio in cui esso si muoveva.

La squadra che si è aggiudicata la vittoria di questa appassionante maratona di due giorni è stata il Liceo Landi di Velletri, che partecipava alla sua prima gara di questo genere. I ragazzi della squadra, composta da due studentesse e tre studenti del triennio scientifico (Simona Colasanti, Elena Ruggiero, Federico Di Palma, Gabriele Ludovisi e Harsimran Singh), si sono avvicinati a queste attività grazie al progetto PCTO Lab2Go di Robotica che stanno svolgendo presso la loro scuola, in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Informatica e Gestionale (DIAG) dell’Università di Roma “La Sapienza”, guidati dal Prof. Iocchi come tutor universitario e dalla prof.ssa Sabatini come tutor scolastica.

I ragazzi hanno battuto il record della precedente edizione della gara, raccogliendo un maggior numero di target sul terreno marziano e si sono aggiudicati il primo premio grazie anche all’ottimo lavoro di preparazione della missione fatto prima della gara, tra nome, logo e presentazione della squadra.

Due giornate altamente formative e motivanti per gli studenti del Landi, che in questo modo si sono avvicinati alle basi dell’Intelligenza Artificiale, una disciplina particolarmente legata al problem solving e dunque alle competenze che vengono sviluppate nei percorsi dei Licei Scientifici e che possono affiancare quelle più strettamente tecniche legate alla progettazione robotica, proprie degli Istituti Tecnici. 

Più informazioni
commenta