Quantcast
Ariccia - Riaprono le Fraschette solo all'aperto e col coprifuoco. "Presi in giro ma è tanta la voglia di lavorare" - Castelli Notizie
Attualità

Ariccia – Riaprono le Fraschette solo all’aperto e col coprifuoco. “Presi in giro ma è tanta la voglia di lavorare”

fraschette ariccia

Lunedì 26 aprile, grazie alle nuove disposizione del Decreto riaperture, i ristoranti in zona gialla torneranno ad aprire sia a pranzo che a cena ma solo all’esterno. Una possibilità che, sebbene accolta con favore viste le chiusure prolungate nell’ultimo anno, crea ulteriori problemi e difficoltà.

La dipendenza dal bel tempo in primis, per non parlare del coprifuoco. Ma ad essere penalizzato sarà soprattutto chi non possiede tavoli all’aperto, creando dunque una disparità che lacera ferite economiche e sociali tuttora sanguinanti.

fraschette ariccia

“Per l’ennesima volta ci sentiamo presi in giro, perchè ci permettono di riaprire ma solo all’aperto quando ci sono molti locali senza spazi esterni, e di sera con il coprifuoco alle 22, che è ridicolo. Ma è talmente tanta la voglia di tornare a fare il nostro lavoro e di rivedere i nostri clienti che torneremo a riaprire. Ci proviamo”. Commentano così dall’associazione della Fraschette di Ariccia, che, al pari di molti altri ristoratori del territorio e dell’Italia intera, hanno manifestato e fatto sentire la propria voce in manifestazioni di piazza.

Mercoledì scorso c’è stato un nuovo incontro con il Sindaco di Ariccia, Gianluca Staccoli, nel quale è stato richiesto anche per quest’anno, così come quello scorso, di prevedere la chiusura di via dell’Uccelliera nei weekend per poter usufruire temporaneamente di maggiori spazi esterni, così come nell’area parcheggio di via Borgo San Rocco.

Il Comune – come riportato dai titolari delle fraschette – si è reso disponibile per tamponare la situazione, nella speranza che qualcosa possa cambiare già dal mese di maggio. L’imminente chiusura del Ponte Monumentale di Ariccia, però, dove già sono stati avviati i lavori sulle facciate, renderà impossibili ulteriori limitazioni alla circolazione stradale alternativa alla direttrice dell’Appia.

Michela Emili

Più informazioni
commenta