Quantcast
Rocca di Papa - Percorsi boschivi in picchiata sequestrati, i bikers lasciano un messaggio - Castelli Notizie
Attualità

Rocca di Papa – Percorsi boschivi in picchiata sequestrati, i bikers lasciano un messaggio

sentieri rocca di papa sequestri

In settimana è scattata l’Operazione Monte Cavo. L’hanno definita così il Comune di Rocca di Papa ed il Parco dei Castelli Romani la task force messa in piedi per la tutela dei boschi, che in questi giorni ha visto il sequestro dei percorsi abusivi utilizzati dai bikers per le discese veloci. Le attività estreme, con tanto di realizzazione di salti, è vietata dal regolamento comunale, che ha recepito le posizioni nettamente contrarie dell’ente regionale di villa Barattolo.

sentieri rocca di papa sequestri

Se le repressioni sono state salutate sostanzialmente con favore dai cittadini residenti e i tanti fruitori dei boschi, per i quali lo sfrecciare veloce delle biciclette tra i sentieri autorizzati rappresenta un pericolo all’incolumità, i bikers non ci stanno.

Disappunto è serpeggiato per la misura drastica, in assenza di condivisione sulla possibilità di trovare soluzioni in grado di consentire uno sport tanto amato, e che richiama tante persone, con tutte le accortezze del caso.

cartello bikers rocca di papa

Una posizione che ha trovato sfogo su un cartello affisso sopra l’indicazione del sequestro, operato dalla polizia locale, i guardiaparco e i carabinieri forestali, lungo la via che porta a Monte Cavo.

Aldilà delle scurrilità presenti il messaggio è chiaro: nel bosco ci sono tante altre persone che commettono illeciti ed inquinano, ed il risultato è sotto gli occhi di tutti.

Michela Emili

Più informazioni
commenta