Quantcast
Frascati - Psicosi variante indiana, donna vittima di razzismo in fila al mercato - Castelli Notizie
Attualità

Frascati – Psicosi variante indiana, donna vittima di razzismo in fila al mercato

mercato

Molte false notizie si stanno dilagando in merito alla “variante indiana”: dall’inefficacia del vaccino fino alla sua origine.

Le bufale non causano solo immotivata preoccupazione nel settore sanitario, ma hanno un impatto anche nelle relazioni sociali e, purtroppo, aiutano ad aumentare i casi di razzismo. Anche nel territorio dei Castelli Romani, come riporta la testimonianza di una ragazza la cui madre è stata vittima di xenofobia durante il mercato settimanale di Frascati.

“Era una giornata normale per mia madre – ha raccontato la giovane -. Come ogni mercoledì, era andata al mercato settimanale per acquisti alimentari. Andando verso il banco del pesce aveva notato un po’ di fila. Si era messa in coda, rispettando la distanza necessaria. All’improvviso, una signora ha cominciato a urlarle contro! Diceva: “Lontana! Lontana! Porti il virus qui!”. Mia madre era scioccata e al contempo arrabbiata: non aveva fatto nulla!

Questa signora, dopo aver sbraitato, se ne è totalmente fregata della fila e ha cominciato ad avvicinarsi alle persone senza rispettare la distanza. Mia madre in quel momento non è riuscita a reagire. Solo dopo un po’ è riuscita a far tacere la signora, quando le ha comunicato che avrebbe chiamato i carabinieri”.

La ragazza ha rivelato di essere rimasta molto delusa quando il genitore le ha raccontato l’accaduto. La famiglia è di origini Srilankesi, ma viene spesso scambiata per Indiana. A causa di questa variante, ogni persona straniera con determinati allineamenti viene vista come untore. Un copione che purtroppo si è già ripetuto con altre etnie.

“Mia madre si è sentita una persona inferiore, e non abbiamo nessuna connessione con l’India”. Il razzismo, l’odio, l’ignoranza sono le malattie della Società e vanno combattuti con la consapevolezza, il rispetto e la conoscenza.

Variante indiana e psicosi

Il sito del Ministero della Salute riporta periodicamente informazioni attendibili riguardo il Covid-19, pertanto è altamente consigliabile consultarlo come fonte principale. Ciò che allarma l’opinione pubblica è la bufala che il vaccino, in particolar modo il Pziter, non sia efficace contro questa variante. Come riporta il fondatore di BioNTech, Ugur Sahin, “La variante indiana presenta delle mutazioni che abbiamo già studiato e contro le quali il nostro vaccino ha dimostrato di funzionare. Questo è alla base della nostra fiducia”. Pertanto, è doveroso proseguire con la campagna vaccinale per poter tornare il prima possibile ad uno stile di vita migliore.

L’altra notizia divulgatasi è la seguente: la variante si sarebbe propagata a causa di alcune persone che, dopo un pellegrinaggio nel Fiume Gange, sarebbero rientrate in Italia. Come riporta L’organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) tale variante è registrata in 17 Paesi e non ci sono ancora evidenze scientifiche in grado di far comprendere da dove abbia avuto origine.

Le “fake news” hanno un impatto negativo nella comunità e pertanto è lecito informarsi sempre su fonti attendibili. Il già citato ministero pubblica i numeri verdi regionali i quali rispondono ai dubbi e alle domande dei cittadini.

Il sito ufficiale della Presidenza del Consiglio dei Ministri rende noto gli aggiornamenti delle disposizioni e delle normative.

Il portale della Regione Lazio di riferimento è https://www.salutelazio.it/ mentre per le notizie locali si consiglia di consultare il sito istituzionale del proprio comune.

Cristina Borri

Più informazioni
commenta