Quantcast
CN Music - Presentato il Christmas Contest: unisce la solidarietà alla passione per la musica delle nuove generazioni - Castelli Notizie
TEMPO LIBERO

CN Music – Presentato il Christmas Contest: unisce la solidarietà alla passione per la musica delle nuove generazioni

concerto di Natale 1

E’ stato lanciato un nuovo progetto rivolto ai giovani appassionati di musica e parole, che è di sicuro interesse anche per tanti cantautori, cantanti e musicisti che con determinazione si muovono nel panorama musicale dei Castelli Romani. Si tratta del format Christmas Contest, promosso da Missioni Don Bosco e Fondazione Gravissimum Educationis.

Presentata la scorsa settimana, durante la conferenza stampa in diretta streaming, sul canale Vatican News, la prima edizione del Christmas Contest nasce per accrescere il repertorio della tradizione musicale del Natale, puntando sui giovani e, allo stesso tempo, portando avanti rilevanti progetti di beneficenza nel mondo.

concerto di Natale 1
La scorsa edizione del Concerto di Natale

Il Christmas Contest è una sfida educativa, un’unione di stili e generi musicali diversi legati alle nuove generazioni, con l’obiettivo di stimolare chi si dedica con amore alla musica per generare luce attraverso sana creatività e partecipazione.

Si tratta di un innovativo format con il quale saranno scelti tre giovani finalisti che faranno parte del cast della XXIX Edizione del Concerto di Natale e saliranno sul palco insieme ai grandi esponenti della musica internazionale, per il tradizionale concerto, prodotto dalla Prime Time Promotions, che dal 1993 si tiene in Vaticano e che ogni anno si abbina a uno o più progetti di solidarietà internazionali.

“L’idea e il motivo di questo nuovo progetto – gli organizzatori hanno così evidenziato durante la conferenza stampa di presentazione – nascono da una doppia ispirazione di Papa Francesco, il quale durante il suo Pontificato ha più volte posto l’accento sul tema dell’educazione, invitando a dare voce ai giovani, ad ascoltare la voce dei ragazzi e delle ragazze. La seconda sollecitazione è stata data dalle parole del Pontefice rivolte agli artisti, proprio in occasione dello scorso concerto di Natale in Vaticano, con le quali ha evidenziato che anche nello smarrimento provocato dalla pandemia, la creatività degli artisti può generare luce. Con la nascita di questo nuovo progetto vogliamo trasmettere tutto ciò, investendo sull’educazione e sui giovani”.

Per partecipare alle selezioni, i concorrenti – cantanti o band tra i 16 e i 35 anni compiuti – dovranno scrivere e registrare brani inediti ispirati ai valori tradizionali del Natale, come vita, amore, pace e luce, di qualsiasi genere musicale dal classico, al jazz, passando per il rock, il gospel, il reggae e anche il rap per provare a vincere l’esibizione finale sull’ambito palco del Concerto di Natale. Per iscriversi online, basterà inviare i materiali richiesti dal 29 aprile al 31 luglio 2021 a questo link.

A selezionare i giovani cantanti iscritti, valutati non solo in termini tecnici e musicali, ma anche come migliore interpretazione, ci sarà una giuria formata da cinque personaggi noti del mondo della musica, dello spettacolo e delle Radio.

I trentadue giovani indicati nella prima selezione potranno, poi, sostenere delle audizioni dal vivo nel pieno rispetto delle norme anti Covid-19. Solo in otto parteciperanno alla serata finale, che si terrà a Roma, presso il Salone delle Fontane, il 6 dicembre 2021, durante la quale saranno prescelti i tre giovani che saliranno sul palco del Concerto di Natale, prodotto dalla Prime Time Promotions, e previsto in onda in prima serata il 24 dicembre 2021.

Il Christmas Contest si presenta come un’occasione davvero originale di solidarietà che, oltre a fare rivivere attraverso testi e musiche la magia del Natale e tutti i suoi valori con un intenso spirito di sinergia, amicizia e fratellanza, è un modo per fare conoscere e ascoltare al grande pubblico le voci di tanti giovani. Giovani che, con dedizione e passione, studiano e si dedicano alla musica per esprimere il loro mondo interiore e la loro visione del pianeta e della società e che inseguendo le proprie passioni daranno, inoltre, un contributo importante per l’educazione e la formazione di altri coetanei che vivono in condizioni svantaggiate e difficili in altri parti del pianeta.

E’ prevista, infatti, la produzione di un disco o la creazione di una playlist a pagamento con i brani eseguiti dagli otto finalisti per sostenere scopi e intenti della Fondazione Pontificia Gravissimum Educationis e Missioni Don Bosco Valdocco: due progetti benefici nella Repubblica democratica del Congo, Casa della Pace a Kikwit e il Centro Professionale di Masina, nella periferia di Kinshasa.

ELIANA LUCARINI

commenta