Quantcast
Monte Porzio - Parco giochi Padre Mario Celli, Pd: "Stato di abbandono e noncuranza" - Castelli Notizie
Attualità

Monte Porzio – Parco giochi Padre Mario Celli, Pd: “Stato di abbandono e noncuranza”

185201650_2685943451696824_1069546913469201784_n

Il segretario del Circolo del Partito Democratico di Monte Porzio Catone è intervenuto con un post per segnalare lo stato in cui versa attualmente l’area giochi che si trova in via 2 Settembre, dedicata al compianto sacerdote missionario Padre Mario Celli.

“Su segnalazione di un cittadino – si legge in un post del Partito Democratico di Monte Porzio Catone – denunciamo con forza lo stato di abbandono in cui versa il parco giochi “Padre Mario Celli” in via 2 settembre; abbandono e noncuranza che sono sotto gli occhi di tutti. Veramente riprovevole! Poco più di un anno fa cittadini volontari parteciparono ad una iniziativa promossa dal Circolo PD e dall’Associazione Ripartiamo dai Beni Comuni, provvedendo a ripulirlo; poi con l’emergenza sanitaria per qualche tempo è rimasto chiuso. Ciò non giustifica che il parco pubblico sia completamente abbandonato a se stesso e che nulla si sia fatto per rendere sicuri o sostituire giochi, altalene, panchine ecc…, pericolosi per i bambini che ogni frequentano quell’area. Senza contare il verde poco o per nulla curato. La sicurezza e la cura del verde pubblico dovrebbero essere aspetti prioritari, ma non è così”.

A riprendere il messaggio e le fotografie, a pochi minuti di distanza, anche la pagina social “Comitati di Quartiere di Monte Porzio Catone”, che in chiusura del post in cui passa in rassegna lo stato di abbandono del parco, non risparmia un chiaro riferimento polemico al corpo illuminante che da qualche giorno è stato installato a piazza Borghese.

“Questo – si legge – è lo stato di degrado e abbandono del parco Padre Mario Celli in via 2 Settembre , parco frequentato da decine di bambini ogni giorno. Viti che escono dai legni dei giochi, attrezzi pieni di schegge pronte ad infilarsi nelle mani e gambe dei bambini, un’altalena pericolante l’altra con solo il gancio appeso penzolante sulla trave portante, panchine rotte e pericolose. Riteniamo che i Monteporziani abbiano più a cuore la sicurezza dei loro FIGLI e NIPOTI che magari l’illuminazione di una piazza”.

184527550_2685943725030130_8568699600815728480_n
184706449_2685943795030123_6812678053627950766_n
Più informazioni
commenta