Quantcast
Sporting Ariccia (calcio, Eccellenza), primo punto. Anastasio: “Ma qualche rammarico è rimasto” - Castelli Notizie
SPORT

Sporting Ariccia (calcio, Eccellenza), primo punto. Anastasio: “Ma qualche rammarico è rimasto”

anastasio cristian fjtjrkr (3)

Lo Sporting Ariccia ha conquistato il primo punto nel “nuovo” campionato di Eccellenza. E’ accaduto ieri, nel match interno contro il Gaeta terminato con un pirotecnico 3-3. “E’ stata una partita molto simile a quella di domenica scorsa sul campo dell’Anzio in cui eravamo in vantaggio per 2-0 e poi abbiamo perso 4-2 – racconta l’esterno classe 1995 Cristian Anastasio – Anche ieri siamo andati avanti con una doppietta di Longo, poi abbiamo subito due gol su tre da calcio piazzato, un aspetto su cui dobbiamo assolutamente migliorare. La cosa positiva è che la squadra non ha mollato, ha pareggiato i conti con Fortini nel finale e in extremis ha pure sfiorato il controsorpasso con Santini. Con l’Anzio (in cui erano andati a segno inizialmente De Angelis e lo stesso Anastasio per gli ariccini, ndr) la partita era stata caratterizzata da alcuni episodi non fortunati, come l’espulsione per doppio giallo a Sardilli sull’2-1 a nostro favore e poi quella del portiere Sciarra dopo il 2-2. Inoltre nel finale avevamo finito anche i cambi e così in porta è dovuto andare Casciotti, un giocatore di movimento, e l’Anzio ne aveva approfittato per segnare altre due reti e vincere per 4-2”. In ogni caso il gruppo di mister Eliano Trinca ha dimostrato di non essere già in vacanza: “Abbiamo riscattato nelle ultime due partite la brutta precedente sconfitta interna con l’Indomita Pomezia, ora con un morale sicuramente migliore prepariamo la partita di domenica prossima sul campo dell’Astrea, quarta forza del girone. Anche loro sono una squadra importante, hanno un attaccante molto valido come Di Curzio che conosco bene, ma noi vogliamo sbloccarci anche dal punto di vista delle vittorie. D’altronde non ci siamo praticamente mai fermati nel periodo del blocco dei campionati e quindi è difficile spiegare tutte le difficoltà di questa seconda fase, ma non ci arrendiamo sicuramente”.

Più informazioni
commenta