Quantcast
Genzano, i cittadini bloccano i lavori per l'antenna in via Montecagnolo. Gabbarini e Rosatelli sul posto - Castelli Notizie
Attualità

Genzano, i cittadini bloccano i lavori per l’antenna in via Montecagnolo. Gabbarini e Rosatelli sul posto

genzano protesta cittadini antenna

Non sono per nulla pochi e, anzi, sono aumentati i malumori tra i residenti di via Montecagnolo a Genzano, nel territorio della frazione Landi. Dopo l’arrivo dei cantieristi e dei camion con i bagni chimici per il cantiere, gli abitanti della zona hanno deciso di bloccare spontaneamente la prosecuzione dei lavori per la nuova antenna 5G di proprietà dell’operatore Iliad.

genzano protesta cittadini antenna

Sin dalle 7:30 di questa mattina, davanti alle recinzioni del cantiere si sono appostati i residenti che hanno impedito l’accesso agli operai, mentre poco più tardi è sopraggiunta sul posto una pattuglia della Polizia Locale e due volanti della Polizia di Stato, che hanno mantenuto l’ordine pubblico.

I genzanesi di Montecagnolo si dicono preoccupati per le stranezze che caratterizzano questo cantiere, aperto in tutta velocità e senza segnaletica su strada d inizio lavori, per il quale chiedono ora di consultare la documentazione autorizzativa, che risalirebbe a dicembre 2020.

Sul posto sono sopraggiunti in mattinata anche i consiglieri comunali di opposizione Flavio Gabbarini e Piergiuseppe Rosatelli, i quali hanno constatato pure come siano visibilmente assenti le essenziali misure di sicurezza sul cantiere, a partire da una recinzione non oltrepassabile. “È davvero preoccupante che l’amministrazione dica che non ne è a conoscenza: inaccettabile che la parte politica non sia informata di ciò che accade sul territorio”, ha riferito a Castelli Notizie il consigliere Gabbarini (Città Futura). Il consigliere Rosatelli (Rosatelli con Genzano), che ha cercato di spiegare ai residente come le attività di installazione di impianti per la telefonia mobile siano state completamente liberalizzate dai governi nazionali ma che comunque è necessario vedere se “esistono pezzi di carta” per verificare la fattibilità dell’opera.

I residenti si sono detti pronti, insieme ad un legale che sta seguendo insieme a loro la vicenda, a presentare un esposto ufficiale al comando di Polizia Locale per far partire tutte le attività di indagine. Gli abitanti hanno riferito con preoccupazione anche di aver udito un boato nella mattinata di ieri e per questo hanno dichiarato che richiederanno un sopralluogo dei Vigili del Fuoco.

Intanto si sta organizzando un’altra protesta cittadina nel pomeriggio davanti al Comune su via Italo Belardi.

Samuel Nocera

Più informazioni
commenta