Quantcast
Gal Castelli Romani e Monti Prenestini, martedì la premiazione del progetto 'Arte cibo e territorio' a Rocca di Papa - Castelli Notizie

Gal Castelli Romani e Monti Prenestini, martedì la premiazione del progetto ‘Arte cibo e territorio’ a Rocca di Papa

arte-cibo-territorio-1024x768-1
arte-cibo-territorio-1024x768-1

Il Teatro civico di Rocca di Papa ospiterà martedì 25 maggio la cerimonia di premiazione del progetto del GAL Castelli Romani e Monti Prenestini “Arte, cibo e territorio – Le eccellenze agroalimentari locali nelle immagini artistiche di giovani talenti”. Sono stati centinaia gli elaborati arrivati dagli studenti del territorio che si sono cimentati nella rappresentazione dei prodotti tipici del loro comune attraverso disegni o altre forme artistiche. Quello che ha raccolto i favori della giuria è stato di un ragazzo dell’istituto comprensivo Leonida Montanari di Rocca di Papa che si è cimentato nella rappresentazione della “Ciambella degli sposi” un biscotto della tradizione rocchegiana. Sarà presente anche l’amministrazione comunale che ha concesso il patrocinio della manifestazione.

La giuria era presieduta da Stefano Asaro, consigliere di amministrazione del GAL Castelli Romani e Monti Prenestini, nonché fiduciario della Condotta Slow Food Frascati e Terre Tuscolane, Mauro Biani, celebre vignettista, illustratore e blogger italiano, residente ai Castelli Romani e Annalisa Garretto della società Abafil ideatori del format e curatori delle stampe finali.

LE DICHIARAZIONI

“Nonostante la pandemia siamo riusciti a portare a compimento questo progetto a cui tenevamo particolarmente – commenta il presidente Stefano Bertuzzi – Un sentito ringraziamento a tutti i Comuni che hanno collaborato, gli istituti comprensivi e gli insegnanti che hanno aderito al progetto con tanto entusiasmo. Le eccellenze enogastronomiche e i prodotti tipici sono al centro degli obiettivi di valorizzazione del territorio da parte del GAL. Ci occupiamo della loro valorizzazione e di aiutare anche i produttori, sostenendo la ricerca e l’innovazione”.

“È stato per me un privilegio l’opportunità di potermi impegnare sul progetto Arte, cibo e territorio del nostro GAL – ha spiegato il presidente di giuria Stefano Asaro – ponendone al centro il tema del cibo locale e della grande tradizione gastronomica che nei nostri territori rappresenta da sempre un valore altissimo. Le opere dei ragazzi, con la creatività e la passione espresse, ci hanno confermato come si possa contare sulle nuove generazioni per fare in modo di custodire queste fondamentali produzioni popolari e farne un tassello importante per valorizzare i luoghi e le comunità. Il Gal sarà sempre attento e presente in questi processi e ringrazio tutti coloro che si sono impegnati con me per raggiungerne la realizzazione”.

GLI ELABORATI

Le creazioni dei ragazzi sono state realizzate in formato A4 utilizzando svariate tecniche artistiche: disegno a matita, pennarelli, pastelli, tempere, tecniche collage o miste. Successivamente la società Abafil che ha curato la parte tecnica del progetto ha realizzato delle cartelline con le opere che sono diventati adesivi e che sono stati consegnati nelle scuole aderenti al progetto.

Per l’elaborato di Rocca di Papa che è risultato vincitore è stata realizzata una cartolina speciale raffigurante l’opera realizzata dall’alunno classificatosi al primo posto. A causa della pandemia è durata diversi mesi, ma è comunque andata avanti regolarmente, l’attività di raccolta dei lavori e selezione in collaborazione con le scuole e i comuni del territorio.

I PRODOTTI E LE SCUOLE PROTAGONISTE DEL PROGETTO

I Manfricoli (I. C. Paolo Borsellino di Montecompatri)
Il Giglietto di Palestrina (I. C. Giovanni Pierluigi da Palestrina di Castel San Pietro Romano)
Le Fragoline (I. C. S. Marianna Dionigi di Nemi)
La Ciambella degli sposi (I. C. Leonida Montanari di Rocca di Papa)
Il Ciambellone di Sant’Antonio Abate (I.C. Gallicano di Gallicano nel Lazio),
Le Pincinelle (I. C. Don Lorenzo Milani di Colonna)
Gli Gnocchi di Tritello (I. C. Madre Teresa di Calcutta di Valmontone)
Il Giglietto di Palestrina (I. C. Goffredo Mameli di Palestrina)
I Tozzetti con le nocciole (I. C. Duilio Cambellotti do Rocca Priora)
Le Roncolette (I. C. Leonardo da Vinci di Labico)
Le Lane (I. C. Cesare Pavese di San Cesareo)
Le Serpette (I. C. Don Lorenzo Milani di Monte Porzio Catone)
La Pupazza Frascatana (I. C. Frascati 1 di Frascati)
I Marroni (Rocca di Cave)

commenta