Quantcast
Rifiuti, Genzano sceglie Volsca Ambiente. Silvestrini: "Automezzi di ultima generazione e raccolta notturna in centro" - Castelli Notizie
POLITICA

Rifiuti, Genzano sceglie Volsca Ambiente. Silvestrini: “Automezzi di ultima generazione e raccolta notturna in centro”

Silvestrini Volsca Genzano

In attesa di un’ulteriore proroga ad Ambiente, prevista per i prossimi giorni, il Consiglio comunale di Genzano, nell’ambito della Gestione del Servizio di raccolta dei Rifiuti ed igiene urbana, ha deliberato la formale richiesta per entrare a far parte della Volsca Ambiente e Servizi S.P.A.. Il punto, all’ordine del giorno di una seduta straordinaria, è stato licenziato col voto compatto della maggioranza, cui si è aggiunto il consigliere di Rinascita Comunista, Roberto Borri, e il voto contrario delle opposizioni.

E’ toccato in prima battuta all’Assessore Silvestrini (ringraziato dal Sindaco per il lavoro fatto in questi mesi), il compito di fare il punto della situazione, presentando il Piano aziendale proposto dalla Volsca.

silvestrini
L’ass. Roberto Silvestrini

“Dopo mesi di analisi tecniche – ha premesso Silvestrini – siamo giunti all’approvazione in Consiglio comunale, proponendo l’affidamento ad una società in house che insiste nel nostro quadrante e risponde alle esigenze che abbiamo. Una società che è presente da più di 10 anni ed opera ad Albano, Velletri e Lariano, raggiungendo obiettivi di rilievo, e con utili tali da poterli rinvestire nel servizio stesso, e costituire un risparmio per i cittadini e i Comuni associati”.

“Da mesi – ha evidenziato l’Assessore – stiamo lavorando per ottenere un cambio di passo importante nella gestione dei servizi di raccolta dei rifiuti immaginando un servizio più efficiente, proiettato nel futuro, modellato sulle esigenze di una città in continua evoluzione come Genzano. L’obiettivo è promuovere la gestione dei rifiuti attraverso un’adeguata disciplina delle incentivazioni, garantendo la gestione dei rifiuti urbani secondo criteri di trasparenza, efficacia, efficienza. Per queste ragioni abbiamo optato per una società “in house” già presente sul nostro territorio. L’organizzazione della Volsca e la sua presenza nel territorio gli consentiranno di beneficiare di economie di scala in grado di ottimizzare ancor di più risorse umane e tecnologiche.

La società – ha aggiunto Silvestrini – ha costruito un piano industriale tarato sulle necessità della nostra città con un’offerta che prevede il rinnovo del centro di raccolta comunale, l’impiego di automezzi e attrezzature di ultima generazione, come soffioni elettrici a bassissimo rumore per evitare i disagi che in questi mesi i cittadini ci hanno segnalato e la divisione in due grandi zone dell’area comunale di modo talr da permettere, nella parte centrale della città, la raccolta notturna, decongestionando il centro nelle prime ore della mattina”.

“A ciò va aggiunto il potenziamento dello spazzamento delle strade e dei marciapiedi, la raccolta degli ingombranti a domicilio compresi gli sfalci e le potature nei mesi previsti e l’attivazione di un servizio per le utenze non domestiche tagliato su misura per le esigenze delle aziende e dei commercianti con particolare attenzione alla giornata del giovedì pomeriggio con i negozi chiusi, evitando la presenza dei rifiuti sui marciapiedi.

Sono molte le implicazioni nella scelta che stiamo compiendo e per questo ci siamo impegnati per capire, studiare, verificare le condizioni migliori per la nostra città e alla fine decidere in piena consapevolezza. La nostra scelta – ha premesso l’Assessore Roberto Silvestrini – non riguarda soltanto l’azienda che ritira l’immondizia porta a porta, ma il ciclo dei rifiuti nella sua interezza, la qualità della vita nel nostro territorio e soprattutto il futuro di Genzano. Colgo l’occasione per ringraziare il Sindaco, la Giunta e la maggioranza per le discussioni sempre positive che mi hanno aiutato, stimolato e affiancato nel percorso che ci ha condotto a questo momento importante.

Educare la collettività a comportamenti virtuosi e nuovi approcci alla materia della gestione dei rifiuti tra i punti nodali dell’intervento di Silvestrini. “Ci siamo attivati in tutti i passaggi formali previsti dalla normativa per metterci in condizione di fare la scelta – ha dichiarato -, partendo dalla richiesta da parte dell’ente locale di affidare il servizio, con la disponibilità da parte della società stessa, con un capitolato o piano industriale dei servizi richiesti, necessari per la predisposizione dell’offerta economica. Una volta passati per l’approvazione da parte dell’ente locale dei suoi organi deliberanti, si passerà all’ingresso dell’ente come socio, o con aumento di capitale o con la cessione di quote”.

I passaggi sono pertanto iniziati nel dicembre del 2020, con la richiesta alla società della disponibilità a fornire un piano industriale e la conseguente disponibilità della società stessa nel mettersi a disposizione per dettagliare in collaborazione coi tecnici un piano industriale per le esigenze della città di Genzano, con l’obiettivo di arrivare alla Tariffa puntuale per gennaio del 2022, come esplicitato dall’Assessore Silvestrini in aula.

Tra le novità ci sarà quindi un Centro raccolta completamente rinnovato e aperto anche di domenica. “Tutti gli automezzi saranno di ultimissima generazione e verranno rinnovati ogni 3 anni e il territorio sarà diviso in 2 zone: nella parte centrale si avrà la raccolta notturna, “per avere un risveglio senza immondizia e senza congestionare il centro nelle prime ore di mattina”.

Si procederà poi ad una diffusa campagna di informazione in ogni quartiere, ascoltando i cittadini e verranno introdotti dei soffioni elettrici a bassissimo rumore, potenziando lo spazzamento di strade e marciapiedi, compresa la raccolta ingombrante a domicilio. Nel novero anche la pulizia di 300 caditoie l’anno, a totale spesa dell’azienda. Quanto ai livelli occupazionali, tutti i lavoratori tutti verranno riassorbiti dalla nuova società, alle dipendenze della stessa, e si procederà a nuove assunzioni.

Fuoco di tiro da parte delle opposizioni, che hanno criticato aspramente quanto avvenuto (le posizioni delle minoranze verranno esplicitate in successivi articoli), parlando di una scelta sovracomunale, calata dall’alto, venendo meno all’impegno della gara d’appalto e alla ricerca di eventuali alternative.

Restando agli interventi di maggioranza via libera anche da parte di Antonino Fabbri, per il quale “l’Amministrazione si è mossa guidata dal principio del servizio migliore possibile per i cittadini. Non è vero che la scelta dopo 2 mesi fosse già impacchettata – ha replicato -. Volsca sta sul territorio e può fare economia di scala sul territorio, sui mezzi e sulle risorse, mentre lo svantaggio della gara è non sapere chi gestirà il servizio e come lo gestirà”, ha concluso il consigliere di maggioranza.

Nel suo ulteriore intervento Silvestrini ha ritenuto “oltraggioso e privo di rispetto nei confronti dell’Amministrazione”, le parole proferite dal consigliere Gabbarini ed altri esponenti di opposizione. “Le scelte in un Comune che è stato fermo vanno fatte, in un lasso di tempo più ristretto, per riportarlo Comune all’altezza dei alti. Il nostro è il governo delle scelte, visto che siamo stati chiamati a fare questo e lo stiamo facendo col massimo dell’impegno”.

“Non posso tollerare alcune affermazioni sull’operato di questa Amministrazione e del Sindaco”, gli ha fatto eco Emiliano Leoni, consigliere di Noi Domani. “Non tollero che passi il concetto che questa Amministrazione non voglia il bene dei cittadini e approvi qualcosa in maniera poco trasparente o irregolare”.

Dopo aver ringraziato tutti per il confronto e l’assessore Silvestrini per il lavoro di coordinamento portato avanti in questi mesi, il Sindaco Carlo Zoccolotti ha premesso l’importanza di quello che ha definito un “Progetto Industriale che deve creare prospettive per i prossimi anni e decenni, facendolo coi paesi e abitanti dei paesi limitrofi. Siamo il governo delle scelte, scelte fondamentali per noi. Coinvolgimento e responsabilità che la politica deve avere nei servizi fondamentali svolti nel territorio e questa maggioranza non ha paura di prendersi questa responsabilità. A tratti mi è sembrato di stare in un’aula di tribunale e mi dispiace. Sono state fatte illazioni e sono state esternate perplessità di cui prendiamo atto, non avendo nulla da nascondere. Stucchevoli alcuni passaggi che ho sentito, su chissà quali interessi…La maggioranza ha sviscerato il tema, essendo delicato. Crediamo che questo investimento possa consegnare a Genzano dei benefici concreti ed è anche attraverso queste scelte – ha concluso il Primo cittadino genzanese – che faremo ripartire il nostro paese”.

Più informazioni
commenta