Quantcast
Castel Gandolfo, Angeletti (FdI) bacchetta l'opposizione: "Fate le interrogazioni giuste" - Castelli Notizie
POLITICA

Castel Gandolfo, Angeletti (FdI) bacchetta l’opposizione: “Fate le interrogazioni giuste”

fabio angeletti

Nota del Presidente del Circolo FdI “Giorgia Meloni”Pavona di Castel Gandolfo, Fabio Angeletti.

“Oggi prendo finalmente atto di quanto accaduto in aula consiliare in occasione del Consiglio Comunale svoltosi il 13 maggio u.s.. Una seduta che si poteva tranquillamente dedicare all’approvazione del bilancio e fare in modo da poter immediatamente approvare gli atti necessari a fare gli interventi urgenti che necessita il nostro territorio. Invece, nonostante la legge dia ai consiglieri comunali i poteri necessari per portare a termine il proprio mandato, questi si divertono a rallentare i lavori (già di per se lunghi e farraginosi) con interrogazioni inutili e superflue. Interrogazioni a cui si poteva tranquillamente dare una risposta semplicemente accedendo all’interno degli uffici competenti e prendere visione dei relativi atti.

Forse le domande da fare all’amministrazione potevano essere:
–      che fine hanno fatto i 250mila euro di mutuo destinati alla costruzione del marciapiede su via dei Pescatori?

–      che fine hanno fatto i 200mila euro di mutuo destinati per la frana di via dei pescatori? Perché la gara è stata annullata in autotutela dopo aver speso 1/3 di quella somma in perizie e relazioni? Quali sono stati i motivi che hanno ritardato i lavori di messa in sicurezza dell’intero costone? Lo sapevate che ci sono dei proprietari che dal 2017 non possono mettere piede all’interno delle proprie abitazioni? Lo sapevate che per alcuni il Comune sta pagando le spese di affitto e servizi?

–      come mai non si parla più di “ampliamento di Via Santo Spirito”. Promessa elettorale?

–      come mai non si parla più della “costruzione del Centro Anziani di Pavona Laghetto”. Promessa elettorale?

–      come mai non si parla più della “realizzazione di una pista di pattinaggio sulla copertura del terminal bus”. Promessa elettorale?

–      perché non si parla più della “realizzazione dell’asilo nido in località Ibernesi”. Promessa elettorale?

–      perché si continua a far ricorso alla manutenzione straordinaria dell’impianto di illuminazione pubblica quando nel dicembre del 2016 è stato approvato un progetto che ne prevede l’intera sostituzione? Chi fine ha fatto questo progetto? Cosa sta facendo l’Assessore delegato per portare a termine un obiettivo che ha fatto molto discutere quasi cinque anni fa, e nonostante tutto è stato voluto ed approvato da gran parte di questa maggioranza?

–      perché i lavori di manutenzione straordinaria dell’edificio comunale denominato “Castelletto”, dopo essere comparso nei programmi triennali 2015/2017, 2016/2018 e 2017/2019 ora non vi è più traccia? Quali sono le valutazioni politiche fatte da questa maggioranza in merito alla ristrutturazione di questo importante edificio? Ne vogliamo parlare ora, oppure in occasione delle prossime elezioni amministrative?

Si punta il dito verso questa maggioranza rea di essere “incoerente e inconcludente” e di fare inciuci con parte dell’opposizione coinvolgendola, attraverso l’istituzione di un tavolo tecnico, nella rivalutazione del territorio. Ma io domando a voi – Consiglieri di opposizione (scusatemi, ma la parola “minoranza” non mi va proprio giù) – cosa avete fatto durante il vostro mandato per aiutare, sollecitare, pungolare, spronare questa amministrazione? Cosa avete fatto per combattere per portare avanti le vostre idee, le vostre convinzioni di territorio, di natura, di ambiente e di comunità? NULLA, e ora – a distanza di quasi un anno dalle prossime elezioni amministrative – vi divertite a sputare sentenze sulla maggioranza?

Sono sempre più convinto che se voi aveste fatto prima il proprio dovere di “cittadino eletto”, molto probabilmente questa amministrazione OGGI non avrebbe avuto nessuna attenuante, nessuna scusa per la situazione di “degrado e di abbandono” in cui versa il nostro territorio (al netto di livelle e di fettucce). Quindi, signori miei, fate tutti “mea culpa” e pensate di più a ciò che vi circonda invece di continuare a pensare ai vostri problemi. Non vi ha spinto nessuno a candidarvi, ma ora che siete stati eletti FATE IL VOSTRO DOVERE altrimenti DIMETTETEVI”.

Più informazioni
commenta