Quantcast
Tornano di moda le vasche idromassaggio: i modelli più richiesti e quanto consumano - Castelli Notizie
Attualità

Tornano di moda le vasche idromassaggio: i modelli più richiesti e quanto consumano

Tornano_di_moda_le_vasche_idromassaggio__i_modelli_più_richiesti_e_quanto_consumano_

Sempre di più il bagno sta avendo un ruolo importante all’interno dell’abitazione, non è più visto come un un luogo di passaggio, ma come un posto dove rilassarsi e prendersi cura di se stessi. Forse proprio per questo stanno tornando di moda le vasche idromassaggio. Certo non sono economiche, ma in fondo cosa c’è di meglio del rilassarsi in una confortevole vasca con acqua calda e idromassaggio a fine giornata?

Tipologie di vasche idromassaggio

Le tipologie di vasche idromassaggio presente in commercio sono talmente tante che è praticamente impossibile non trovare quella che soddisfi tutte le proprie esigenze, ma tra le principali vi sono quelle ad incasso e quella fuori terra.

Per quanto riguarda la prima tipologia, ovvero le vasche idromassaggio ad incasso si tratta di un tipo di istallazione fissa che ovviamente richiede un opera in muratura nella parte della casa indicata (che può essere in bagno o all’esterno). I modelli più moderni hanno anche un sistema di anti-debordamento che permette di recuperare l’acqua andando a ridurre le perdite per evitare che la stanza dove è ospitata la vasca si allaghi.

Le vasche idromassaggio fuori terra, invece, sono un tipo di istallazione mobile, ciò significa che può essere montata, spostata e smontata all’occorrenza. Questo tipo di vasca può essere sia rigida che gonfiabile in PVC laminato, e si tratta di un modello più economico e facile da maneggiare quando non è in uso.

Le dimensioni delle vasche idromassaggio sono molto varie in modo tale da poter acquistare quella che rientra nello spazio disponibile. In ultimo, anche le forme sono diverse, esistono vasche idromassaggio angolari, rettangolari, asimmetriche e rotonde.

Un lusso costoso ma confortevole

La vasca idromassaggio non è di certo un oggetto d’arredo economico. Si parla infatti di diverse centinaia di euro per i modelli più piccoli e low cost, a decine di migliaia di euro per i modelli più grandi e accessoriati.

Un modello di fascia bassa, con dimensioni tipo 130 x 130 x 78 ha un costo che si aggira intorno ai 1000 euro, mentre un modello di fascia alta, con una portata di 1000 litri può costare anche più di 10000 euro. Inoltre non bisogna dimenticare le spese legate ai consumi di acqua, che rimangono molto simili a quelli di una qualsiasi vasca, e soprattutto quelli dell’energia, poiché ogni idromassaggio è dotato di un riscaldatore elettrico e un motore per generare le bolle.

Si tratta di costi piuttosto elevati, che vanno a gravare sulla spesa totale per il mantenimento della vasca. Ciononostante, è possibile risparmiare sui consumi valutando semplicemente una buona tariffa di energia elettrica, come quelle proposte da Engie, ad esempio, utili per abbattere le spese alla radice e fornire energia pulita e sostenibile per tutta la casa. Si tratta di un accorgimento molto utile, che vi consentirà di godere del comfort dell’idromassaggio senza effettuare eccessive rinunce nel suo utilizzo.

Ovviamente, nonostante il costo sia maggiore rispetto ad una doccia o ad una vasca tradizionale, anche i benefici della vasca idromassaggio sono superiori rispetto a quelle tradizionali. In genere una vasca idromassaggio allenta le tensioni muscolari, aiuta la circolazione e accentua la piacevole sensazione di benessere dell’idroterapia. Quindi si può definire un investimento a vantaggio della propria salute.

commenta