Quantcast
Benessere Alimentare - Le proprietà dell'AGLIO: antisettico, antiossidante e antibiotico - Castelli Notizie
Attualità

Benessere Alimentare – Le proprietà dell’AGLIO: antisettico, antiossidante e antibiotico

l'aglio (1)
alice-morandini-rossi

a cura della dott.ssa ALICE MORANDINI ROSSI

L’aglio, Allium sativum L., appartiene alla famiglia delle Liliaceae ed è una pianta conosciuta ed utilizzata fin dall’antichità (Egizi, Greci, Romani, etc.). Da sempre utilizzato in cucina come condimento capace di esaltare i sapori. Ad essere consumato è il bulbo, cioè l’insieme degli spicchi, chiamati bulbilli, che si sviluppano sottoterra.

Le proprietà benefiche dell’aglio sono note da tempo: ipocalorico, ricco di acqua ed ottima fonte di potassio.

L’allicina è il principio attivo attivatore di tutte le virtù di questo bulbo, protegge la pianta dell’aglio dai parassiti che possono aggredirla, facendone quindi, un efficace antiparassitario e antibatterico sia per la pianta che per l’uomo, quando la introduce nell’organismo.

l'aglio (1)

Si può utilizzare anche come insetticida, basta interrare degli spicchi ai piedi delle rose per allontanare gli afidi.

È un ottimo alleato di intestino, sistema immunitario, apparato cardiovascolare e circolatorio. È un potente antibatterico, antibiotico e fluidificante del sangue, sebbene poi l’alito non sia dei migliori!

Tuttavia per beneficiare di questi pregi si consiglia di consumarlo in forma cruda. L’allicina, o diallil tiosulfinato, è il principio attivo più importante e rappresentativo dell’aglio. L’allicina non si riscontra nel bulbo integro, ma si forma quando gli spicchi che lo costituiscono vengono tagliati, masticati o altrimenti triturati, insomma quando entrano in contatto con l’ossigeno! 

Le proprietà terapeutiche di questo ingrediente della cucina naturale sono diverse, tanto che in passato veniva definito “la farmacia dei contadini”:

  • Antisettico: grazie all’allicina risulta un buon antisettico generico che, oltre a combattere i batteri, non determinerebbe la conseguenza negativa di indurre la formazione di ceppi batterici resistenti.
  • Riduce il colesterolo: miglioramento del rapporto tra colesterolo LDL e colesterolo HDL; ossia tra colesterolo “cattivo”, che favorisce la formazione di depositi nelle pareti arteriose, e colesterolo “buono”, ossia quello che funziona come “spazza-arterie”, allontanando i dannosi accumuli di colesterolo.
  • Antiossidante: quindi combatte i radicali liberi e protegge l’intero organismo dagli effetti negativi dell’invecchiamento, sia a livello fisico che intellettuale.
  • Antibiotico: ed è considerato come un vero antibiotico naturale.
  • Anticoagulante: grazie all’allicina, sostanza che aiuta la dilatazione dei vasi sanguigni, agisce come antagonista dell’aggregazione delle piastrine, impedendo la formazione dei coaguli o trombi che possono ostruire i vasi sanguigni.

Numerose le varietà: dalle DOP Voghiera e Bianco Polesano fino alle piccolissime produzioni di Caraglio, Vessalico e Nicastro, l’aglio è un prodotto tutto da scoprire. La discriminante principale sta nel colore, bianco, rosa o rosso; poi naturalmente ci sono differenze di sapore e di usi in cucina.

dott.ssa Alice Morandini Rossi

www.alicemorandinirossi.it

BENESSERE ALIMENTARE
Più informazioni
leggi anche
Generico novembre 2021
Attualità
Salute, Dieta Chetogenica e Cardiomiopatie: per il prof. Caprio (IRCCS San Raffaele Roma) riduce i fattori di rischio cardiovascolari
commenta