Quantcast
Dall'idea di Alessandro Cacciotti nasce l’app Worldust, un gioco interattivo per rilanciare il Turismo anche ai Castelli Romani - Castelli Notizie
Attualità

Dall’idea di Alessandro Cacciotti nasce l’app Worldust, un gioco interattivo per rilanciare il Turismo anche ai Castelli Romani

worldust ok

Con Worldust si sbloccano località e si condividono luoghi e piatti tipici guadagnando punti

di Valeria Pinna

Le molteplici riaperture che hanno interessato il Paese lasciano intravedere una ripartenza per il settore turistico e dunque una ripartenza per le varie attività dei Castelli Romani. A tal proposito, ci ha incuriosito l’iniziativa sviluppata dall’ingegnere informatico Alessandro Cacciotti.
Alessandro, originario di Colleferro, ha sviluppato assieme al suo team di collaboratori l’app Worldust, definita da lui stesso come “un’app gratuita realizzata con l’intento di aiutare l’Italia del turismo a rialzarsi, soprattutto dopo il brutto periodo che abbiamo passato”.

“L’idea – ha spiegato – è quella di trasformare le attrazioni ed i piatti tipici della città in obiettivi da sbloccare, come se fossimo in un videogame. Attivando la geolocalizzazione e trovandosi a meno di 500 metri da una attrazione sarà possibile scattare una foto ottenendo così punti viaggiatore e scalare le classifiche. Le foto vengono trasformate in polaroid che possono essere condivise nel social interno dell’app o esportate sugli altri social così da poter far scoprire le bellezze che ci circondano anche a persone che non le conoscono attirandole così a visitare la vostra bella città”.

Worldust è il risultato di circa un anno di lavoro e il frutto dall’amore per i videogiochi e i viaggi che accompagna i suoi programmatori da sempre. L’idea, infatti, è nata durante il viaggio di nozze di Alessandro e sua moglie che durante quell’occasione hanno deciso di realizzare una app interattiva dove più si viaggia, più si ottengono punti. Successivamente, al team si sono aggiunte altre personalità, portando il numero dei collaboratori a quattro.

I programmatori si sono immedesimati nei panni di un viaggiatore che, con poche ore a disposizione, deve cercare di ottenere il meglio dal proprio viaggio, visitando le maggiori attrazioni e provando le migliori specialità culinarie.

Foto numero 1


Per questo motivo, per ogni paese sono disponibili le icone dei punti d’attrazione principali e dei piatti tipici del luogo in questione. Le icone appaiono stilizzate e in bianco e nero, questo sta a significare che il luogo non è stato ancora “sbloccato”. L’obiettivo è quello di raggiungere fisicamente il luogo di interesse e una volta raggiunta la distanza minima di 500 metri l’icona diventa verde e si ottengono automaticamente punti giocatore. A questo punto è anche possibile scattare una foto che potrà poi essere resa pubblica e votata da altri utenti. L’applicazione presenta varie classifiche, tra cui quella per le migliori foto.



Al momento sull’app non sono disponibili tutte le città, in quanto i luoghi vengono inseriti manualmente e periodicamente. Tuttavia il team sta lavorando per inserire le località più famose dei Castelli Romani, un gesto che potrebbe incentivare il turismo locale.
Tra le altre curiosità, il logo dell’app è un simpatico animaletto, la lumachina Dusty che al posto della conchiglia ha una valigia. Sbloccando gli obiettivi è anche possibile ottenere nuovi costumi per Dusty; ad esempio, al Colosseo sarà possibile ottenere il costume da gladiatore.

Nonostante Worldust sia pensata come una sorta di videogioco, questa app vuole affacciarsi a un pubblico di tutte le età e portare a riscoprire la voglia di viaggiare che tutti noi abbiamo dovuto mettere da parte in questo lungo periodo.

Foto numero due
foto numero 3
commenta