Quantcast
Ariccia - Concessione spazi di Palazzo Chigi, l'opposizione denuncia: "Nessun passaggio in Commissione" - Castelli Notizie
POLITICA

Ariccia – Concessione spazi di Palazzo Chigi, l’opposizione denuncia: “Nessun passaggio in Commissione”

palazzo chigi

Nella mattinata di giovedì 16 settembre, il Consiglio Comunale di Ariccia, riunito nella Sala Maestra di Palazzo Chigi. tra i vari punti all’ordine del giorno, è stata discussa l’interrogazione presentata dalla Consigliera Monosilio – e sottoscritta congiuntamente da Cora Fontana Arnardi, Enrico Indiati, Francesca Monosilio, Emilio Tomasi e Emilio Cianfanelli – sulla Delibera di Giunta del 5 agosto 2021 n. 159 in merito alla concessione in comodato d’uso di uno spazio di proprietà dell’ente Palazzo Chigi a terzi. Il riferimento è alla Delibera avente oggetto “Beni immobiliari di proprietà comunale art.5 del vigente ‘regolamento per l’uso di terzi di beni immobili di proprietà o nella disponibilità dell’amministrazione comunale’ – Direttive in merito alla richiesta avanzata dall’Associazione Palazzo Chigi 4.0”. Come si evince dall’Atto, l’Associazione Palazzo Chigi 4.0 “ha presentato a questo Ente una proposta progettuale che interessa in modo particolare Palazzo e Parco Chigi”. A tal fine, L’Associazione ha mosso la richiesta di una sede all’interno della quale svolgere la propria attività lavorando alla realizzazione dei progetti proposti. La stessa delibera di Giunta ha riconosciuto la necessità dell’Associazione di “[…] dotarsi di una propria sede operativa nella quale sviluppare la progettualità”.

Come riportato dalla delibera, l’Associazione Palazzo Chigi 4.0, pur non avendo mosso richieste specifiche né su “un periodo né tantomeno il tipo di rapporto contrattuale che la stessa vuole instaurare con questo Ente”, ha ottenuto un “contratto di comodato d’uso gratuito della durata di mesi 12, rinnovabile, fatta salva diversa richiesta nel corso dell’anno”. Tuttavia, i Consiglieri di minoranza hanno mosso un’interrogazione sulla decisione della Giunta riguardo la cessione, in comodato d’uso, di un’ambiente di Palazzo Chigi denominato “Torrino” a favore della suddetta Associazione. Tale ambiente infatti è attualmente occupato dal Comitato Gemellaggi che, come ha sottolineato la Consigliera Monosilio, “dal 2000 ha sede al Torrino di Palazzo Chigi e lavora in maniera costruttiva”. L’Amministrazione ha dichiarato che si impegnerà a trovare una nuova sede al Comitato Gemellaggi che, riportando il testo della Delibera, verrà trasferito “[…] presso altro immobile comunale da individuarsi con successiva ed apposita deliberazione”.

La Consigliera Monosilio ha richiesto, in tempi consoni e nel rispetto del Regolamento, la convocazione urgente della Commissione consigliare di pertinenza, cioè la Commissione relativa, tra le altre cose, alla Cultura (tra i cui membri spiccano anche i Consiglieri F. Monosilio e C. Fontana Arnaldi). Nonostante la Delibera dichiari la concessione in comodato d’uso nel rispetto degli artt. 5 e 6 del “Regolamento per l’uso di terzi di beni immobili di proprietà o nella disponibilità dell’Amministrazione Comunale”, secondo l’art.90 dello Statuto Comunale, la Commissione Comunale alla Cultura doveva essere obbligatoriamente convocata per una consulenza sulla decisione, ma ciò non è avvenuto. L’art. 90 norma l’assegnazione gratuita dei beni comunali, pertanto, la Consigliera Monosilio ha riportato testualmente il comma 4 dell’art.90, che così recita “I beni patrimoniali del Comune non possono, di regola, essere concessi in comodato od uso gratuito. Per eventuali deroghe, giustificate da motivi di interesse pubblico, la Giunta informa preventivamente la competente Commissione consiliare e procede all’adozione del provvedimento ove questa esprima parere favorevole”.

I Consiglieri hanno dunque mosso richiesta per una risposta scritta e orale sulla questione e il Sindaco Staccoli si è impegnato a informarsi sulla vicenda e dare dovuta risposta.

Valeria Pinna

Più informazioni
commenta