Quantcast
Genzano - Ad un anno dalle elezioni comunali Walter Ippolito (5 Stelle) rilancia: "Discutibile la gestione delle risorse finanziarie" - Castelli Notizie
POLITICA

Genzano – Ad un anno dalle elezioni comunali Walter Ippolito (5 Stelle) rilancia: “Discutibile la gestione delle risorse finanziarie”

Walter Ippolito

Sono passati 365 giorni dal 20 settembre del 2020, giorno in cui i cittadini di Genzano sono tornati al voto per il rinnovo del Consiglio comunale e per scegliere il Sindaco che li avrebbe guidati nei successivi 5 anni. Un anno esatto dalla consultazione elettorale che vide impegnato anche Walter Ippolito, come candidato sindaco di un Movimento 5 Stelle che pagò lo scotto della prematura conclusione della parentesi pentastellata della Giunta Lorenzon.

Ad un anno esatto di distanza “Castelli Notizie” ospita le considerazioni di Ippolito, che traccia un bilancio di quanto è stato, rinnovando il suo impegno politico.

“Appena un anno fa – ha scritto Walter Ippolito – si chiudeva la campagna elettorale di Genzano, che avrebbe portato i cittadini ad eleggere Sindaco Carlo Zoccolotti. Oggi ad un anno circa di distanza, pur non avendo avuto l’onore di rappresentare in Comune i nostri 706 cittadini di Genzano, che ringrazio ancora una volta con tutto il cuore per la loro fiducia, ho continuato a lavorare e a formarmi politicamente per essere ancora più preparato e di aiuto alla nostra comunità. Il neo Movimento appena nato, guidato dal Presidente Giuseppe Conte, sta ultimando la propria struttura organizzativa sui territori, proseguendo il percorso politico incentrato sui valori che ci hanno sempre contraddistinto, unito al grande impegno e capacità per migliorare la vita di tutti i cittadini”.

Walter Ippolito
Walter Ippolito

“Questo percorso tracciato, si colloca perfettamente anche con la crescita e maturazione politica pentastellata nella realtà genzanese. Rimango convinto altresì che rinnovarsi non significa sottomettersi sistematicamente a quella parte di sistema marcio che abbiamo sempre combattuto con forza”, ha aggiunto Ippolito.

“In questo periodo transitorio, parlando con molti cittadini di Genzano, ho intercettato molte proteste riguardo lo stato delle strade, la scarsa attenzione al decoro urbano, oltre ad una politica di gestione delle risorse finanziarie a disposizione, che grazie sopratutto ai CONTI IN ORDINE della passata amministrazione M5S, è apparsa discutibile.
Ne è un esempio il recente accordo di partecipazione del Comune di Genzano in Volsca Ambiente Spa per la gestione dei rifiuti di cui esprimo le seguenti perplessità:

  • La mancanza di partecipazione cittadina in questa delicata decisione, segnata negativamente dalla assenza di una gara di appalto pubblica a favore della così detta “in house providing”, ha portato alla scelta inevitabile su Volsca Ambiente Spa.
  • Una gestione che sarà più cara rispetto alla precedente amministrazione M5S, ovvero 3,5 milioni annui rispetto ai 3,2 milioni.
  • L’acquisizione del 3% delle quote di Volsca costeranno 193 mila euro ai cittadini, ottenuti attraverso una variazione di bilancio, risorse che invece si sarebbero potute utilizzare da subito per il rifacimento del manto stradale cittadino, la realizzazione e la manutenzione di marciapiedi e le relative opere di messa in sicurezza.
  • Il rischio reale che per molti anni non si riuscirà comunque ad abbassare la TARI come tutti i cittadini si aspettano.
  • Una sentenza del 2020 nei confronti della Volsca che potrebbe pesare sul patrimonio e la solidità aziendale di quest’ultima e di conseguenza sul Comune di Genzano che acquistandone quote diventa socio oltre che appaltante.
    Spiace soprattutto che questa scelta che appare rischiosa e azzardata, possa finire per incidere negativamente sul portafoglio dei cittadini, già pesantemente alleggerito dalla pandemia in atto.
    Mi auguro che le mie perplessità siano smentite con risultati positivi a beneficio dei contribuenti, ma in caso contrario mi aspetto che i diretti responsabili di questa scelta ne paghino le conseguenze politiche”, ha concluso Walter Ippolito, aggiungendosi alla schiera degli scettici rispetto allo storico cambio di gestione nel servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, passato nelle mani della Volsca dopo la decisione della Giunta Zoccolotti di porre fine alle numerose deroghe che, di 6 mesi in 6 mesi, avevano portato a protrarre il rapporto ormai sfilacciato con l’Ambiente.
Più informazioni
commenta