Quantcast
Rocca di Papa - Anche le Mitule al Festival Internazionale dei Giochi di Strada - Castelli Notizie
Attualità

Rocca di Papa – Anche le Mitule al Festival Internazionale dei Giochi di Strada

mitule rocca di papa 2

Chi ricorda come si diceva quando giocando da bambini bisognava cambiare turno, prendere la palla, tirare una boccia, iniziare un gioco? Tocca a te! Ebbene proprio con questo modo di dire che ricorda l’investitura, a Verona hanno creato un’Associazione dei giochi antichi, l’AGA che dal 2003 ricerca, studia, e sostiene anche all’estero il gioco tradizionale come espressione della cultura popolare e patrimonio immateriale da salvaguardare, riconosciuto dall’UNESCO.

mitule rocca di papa

Tocatì! è infatti il nome dell’iniziativa culturale che mira proprio al recupero e alla condivisione di giochi tradizionali intesi come cultura popolare, patrimonio importante da non perdere. Quasi una formula che richiama i giochi di tutti noi e mira a uno scambio di conoscenze dei diversi patrimoni ludici popolari.

Anche Rocca di Papa, grazie all’iniziativa di Lorenzo Gabrielli è stata inserita in questo avvenimento, andando a far conoscere un gioco tipicamente rocchegiano, quello delle mitule, piastrelle di metallo con misure ben precise che vengono tirate dai giocatori cercando di farle cadere vicino al lecchiu, una piastrella più piccola.

mitule-rocca

Commentata in diretta da Mario Giovanetti e ripresa da Paolo Vinciguerra, il 19 settembre in Piazza di Vittorio è stata così organizzata una partita alla presenza delle Autorità cittadine, accompagnate dalla Polizia Municipale con il Gonfalone del Comune in bella vista. La partita si è svolta tra due squadre, formate rispettivamente da Lorenzo Gabrielli stesso e Paolo Silvestrini con le divise Tocatì e Rossano Trinca con Franco Casciotti con la divisa sportiva del Rocca di Papa calcio.

Il risultato finale ha visto vincitori a stretto margine i primi che, secondo una regola condivisa, avranno diritto a una bella sbicchierata a spese dei secondi. Un modo per trascorrere il tempo con gli amici, divertendosi, tornando con il pensiero all’infanzia fatta di giochi e scorribande ricordando che la magia del momento ludico, unisce, crea sfide e mette alla prova, ma soprattutto diverte, insegnando a rispettare le regole, in una sportività ch’è graduale quando si è piccoli e crescendo non può che consolidarsi.

Vai al link

Rita Gatta

Più informazioni
commenta