Quantcast
Velletri - Greci (Lega) "costringe" il Comune al dietrofront sulla selezione per Dirigente area tecnica: "Incarico da dare ai dipendenti interni" - Castelli Notizie
POLITICA

Velletri – Greci (Lega) “costringe” il Comune al dietrofront sulla selezione per Dirigente area tecnica: “Incarico da dare ai dipendenti interni”

Greci-alla-manifestazione-dei-ristoratori

Un frettoloso dietrofront, ad appena 48 ore da quando la prova si sarebbe dovuta tenere, ha caratterizzato l’annullamento da parte del Comune di Velletri della selezione pubblica per il conferimento di un incarico di Dirigente dell’area tecnica a tempo determinato e pieno. Il colloquio, che era previsto per il giorno 16 settembre, è stato rinviato a data da destinarsi nella giornata di lunedì 14 settembre.

La comunicazione, pubblicata sul sito del Comune di Velletri, nella Sezione Amministrazione Trasparente – Bandi di concorso ha avuto, a tutti gli effetti, valore di notifica, nonostante il poco preavviso per le persone coinvolte.

Greci-alla-manifestazione-dei-ristoratori
GIORGIO GRECI

Decisivo è stato lo “zampino” del consigliere comunale d’opposizione, Giorgio Greci, che nei giorni precedenti aveva scritto al Sindaco, al Dirigente al personale, al Segretario Generale, al Prefetto e alla Procura Generale della Corte dei Conti, richiedendo proprio l’annullamento della selezione, arrivato proprio pochi giorni dopo.

“Trovo singolare quanto accaduto e trovo veramente raccapricciante che abbia dovuto io segnalare questa cosa, che avrebbe creato problemi non di poco conto. Spiace per chi si era candidato – evidenzia Greci -, ma lo Statuto del Comune non prevede percentuali superiori al 5% (della dotazione di dirigenti) fissate dallo stesso articolo di legge; il Comune ha già espletato nell’anno 2020 una selezione e proceduto ad successiva assunzione (posto attualmente coperto) avvalendosi dell’art. 110 Tuel e quindi impossibilitata a eseguire nuovo procedimento analogo.

L’art 110 del Tuel – comma 2 – ribadisce il capogruppo della Lega – considera violazione di legge attuare tale procedura nel caso in cui nell’ente vi siano professionalità analoghe, ed è proprio quanto ho rilevato nella lettera che ho mandato nei giorni scorsi e che ha indotto poi chi di dovere a fare il decisivo ed inevitabile passo indietro. Mi risulta infatti che al Comune di Velletri siano presenti ingegneri e architetti assunti a tempo indeterminato, anche iscritti ai rispettivi ordini e albi. A riprova di ciò ho segnalato l’esistenza di numerose sentenze in merito, tra cui la sentenza della corte dei conti e della Cassazione.

Per tali motivi nel chiedere l’intervento del Prefetto e della Corte dei Conti avevo chiesto l’annullamento della selezione e il conferimento dell’incarico a dipendenti interni al fine di evitare danno erariale. Ho inoltre chiesto l’elenco dei dipendenti comunali in possesso della laurea in ingegneria/architettura indipendentemente dai rispettivi inquadramenti”.

Più informazioni
commenta