Quantcast
Roma candidata per l'EXPO 2030. Dopo Milano riuscirà la Capitale a fare il colpaccio sull'Esposizione Universale? - Castelli Notizie
Attualità

Roma candidata per l’EXPO 2030. Dopo Milano riuscirà la Capitale a fare il colpaccio sull’Esposizione Universale?

Colos

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha comunicato che il Governo candiderà Roma Capitale ad ospitare l’Esposizione Universale del 2030, in una lettera inviata ai candidati a sindaco di Roma Capitale. ‘Si tratta senz’altro di una grande opportunità per lo sviluppo della città, scrive il presidente Draghi nella sua lettera, ringraziando i candidati ‘per la dimostrazione di unita’ a favore della nostra Capitale’.

Dopo la rinuncia ad ospitare le Olimpiadi del 2024, arrivata dinanzi alla resa dell’amministrazione pentastellata, la Capitale prova ora a succedere a Milano, che ospitò l’Expo 2015.

Questa la reazione a caldo della Sindaca, Virginia Raggi: “Daje!!! Roma è ufficialmente candidata ad ospitare l’Expo del 2030. Si tratta di uno dei più importanti eventi internazionali. Per Roma si tratta di un particolare motivo di orgoglio perché supera il racconto di una città dove non si possono fare le cose, anzi è la dimostrazione che a Roma si può fare tutto e anche meglio”.

“Oggi inizia ufficialmente un percorso impegnativo ed entusiasmante: dobbiamo battere le candidature di Mosca e Busan – ha aggiunto Raggi -. Ora dobbiamo fare squadra. Ringrazio il presidente del Consiglio Mario Draghi e il ministro degli Esteri Luigi Di Maio che hanno creduto nella solidità della candidatura di Roma”.

“Si tratta di un progetto partito 2 anni fa che si è sempre più consolidato grazie al contributo di tutti gli attori istituzionali e privati – ha aggiunto la sindaca di Roma -. Ringrazio, in particolare, Unindustria Roma che ci ha sostenuto così come la Camera di Commercio di Roma. Si tratta di una vittoria di squadra”.

“La candidatura della Capitale ad ospitare la Esposizione Universale 2030 è senza dubbio un’occasione imperdibile per la nostra città, ma anche per il Lazio e per l’intero Paese”, ha dichiarato il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. “Eventi internazionali di questo livello sono una straordinaria opportunità di sviluppo e crescita dal punto di vista economico, infrastrutturale e turistico. Come Regione Lazio ci impegniamo sin da ora in questa nuova importante avventura, con quello spirito di squadra e unità di intenti che sfide come questa richiedono per essere vinte”, ha concluso il Governatore.

Ricordiamo che la prossima edizione dell’Expo sarà quella del 2025 e si terrà a Osaka, in Giappone sull’isola artificiale di Yumeshima. Sulla strada dell’Italia, che dovrebbe riuscire a bissare in maniera clamorosa l’aggiudicazione di Milano 2015, si saranno allora Russia e Corea del Sud. Riuscirà Roma a fare il colpaccio?

commenta