Quantcast
Frascati - Scuola, caos mensa: la protesta delle famiglie che attendono risposte (anche) dai 2 candidati sindaco - Castelli Notizie
POLITICA

Frascati – Scuola, caos mensa: la protesta delle famiglie che attendono risposte (anche) dai 2 candidati sindaco

mensa scuola

Prosegue la protesta di alcuni genitori dell’Istituto comprensivo Frascati 1 che, dopo aver inviato alla Commissaria una prima lettera per i disagi creati dal posticipo del servizio di refezione scolastica e dal ritardo dei lavori alla scuola materna di Cocciano, oggi tornano alla carica con una Pec che sottolinea, oltre al disagio, anche la confusione in cui, a scuola ormai iniziata, versa il servizio.

Dal sito del Comune, in un’informativa datata 29 settembre, sembra infatti che il famoso e temuto aumento del ticket pasto – inizialmente congelato dalla Commissaria Moscarella -alla fine ci sia stato, passando a 4,97 euro a pasto, senza però ulteriori comunicazioni alle famiglie. Così come sembra, da quanto segnalano le famiglie, non sia ancora ancora dato sapere quali saranno effettivamente le modalità di pagamento, “visto – dice una mamma – che in più di un’occasione ci è stato detto che dovremo andare di persona a Villa Sciarra. Mi auguro sia uno scherzo. Oltre a chiedere chiarimenti rispetto a questi aspetti, nella pec abbiamo chiesto le motivazioni reali di questo famoso aumento: mica vorranno risanare i conti del Comune gravando sulle famiglie? A questo proposito chiediamo la reintroduzione del criterio Isee e le agevolazioni per chi ha più di un figlio iscritto a mensa. Inoltre ci chiediamo che fine abbiano fatto i crediti degli anni precedenti sul portale Planet School: speriamo non siano stati azzerati. Insomma, tante domande per il Comune ma anche una per il preside dell’istituto comprensivo Frascati 1, Giovanni Torroni, a cui chiediamo la possibilità di introdurre il pasto da casa, visto la situazione in cui ci troviamo”.

Una protesta, quella dei genitori frascatani, che si sdoppia e che stavolta, oltre sui canali istituzionali, finisce direttamente sui social e chiama in causa la politica. È infatti la pagina facebook Genitori dei Castelli Romani – nata con l’intento di creare un ponte comunicativo tra scuola, famiglie e istituzioni – ad ospitare un appello rivolto ai due candidati a sindaco di Frascati, finiti al ballottaggio lo scorso 4 ottobre.

“Situazione di stallo alla messicana, un ballottaggio. Due candidati e l’elettorato. In questa situazione – si legge nel post – in cui la politica c’è ma non è, vorrebbe ma non può i cittadini aspettano di avere nuovamente qualcuno a cui riferirsi. Nel frattempo le famiglie frascatane rimangono nel limbo del rincaro mensa, e non dimentichiamo che questo genere di costi è parte integrante delle politiche sociali. Quindi, mentre in un classico stallo alla messicana tutti i protagonisti hanno rivolta verso se stessi un’arma mentre la puntano, a loro volta, verso altri, qui aspettiamo che i candidati si armino di proposte e idee. L’elettorato, dal canto suo, alla mano porta l’ennesima dose di pazienza, e attende qualche dichiarazione”.

Francesca Sbardella, Roberto Mastrosanti: avanti con le dichiarazioni..

Più informazioni
commenta