Quantcast
Lariano - Banco Alimentare in cerca di una sede, l'appello di Ben Hassine: "Sindaco rispetti le promesse" - Castelli Notizie
Attualità

Lariano – Banco Alimentare in cerca di una sede, l’appello di Ben Hassine: “Sindaco rispetti le promesse”

banco alimentare lariano_ stefania ben hassine

Stefania Ben Hassine presidente dell’associazione “Arditi Sentieri” OdV, di Lariano, domenica scorsa ha postato sui social un video rivolto al Sindaco Maurizio Caliciotti, per ricordare la promessa di una sede. “Lei sa che noi stiamo in un locale, prestato dal signor Cedroni a titolo gratuito – ha detto -. Durante l’inaugurazione, davanti ai media, ci era stato promesso un locale dai rappresentanti dell’amministrazione comunale intervenuti all’evento”. L’associazione, infatti, una volta ottenuto il Banco Alimentare presso BOC, banco opere della carità, lo ha inaugurato nel mese di febbraio in un ex bar di proprietà del sig. Antonio Cedroni, per intercessione del nipote Claudio Cedroni, presidente dei “Cavalieri di Sant’Antonio”. Il locale prestato temporaneamente e gratuitamente, come previsto dalla normativa vigente in materia, deve essere riconsegnato entro il 10 ottobre al proprietario che ne ha necessità.

banco alimentare lariano_ stefania ben hassine

Va quindi liberato e trasportato in analogo posto tutto il materiale comprensivo di generi alimentari, mobilia e documentazione. Da qui il bisogno urgente di trovare un ambiente, “anche di soli 40 mq” sostiene Stefania, per poter continuare ad avere tale concessione e quindi poter effettuare la distribuzione alle famiglie bisognose.

“Lariano ha un sindaco, al quale io chiedo oggi una risposta, subito. Perché devo restituire il locale, senza il quale il ministero ci toglie il banco alimentare. Perderlo significa lasciare cento famiglie senza generi alimentari”. Un appello accorato ma anche molto deciso e forse disperato in considerazione del poco tempo a disposizione, ma anche un non celato risentimento verso il Primo Cittadino per non aver mai presenziato l’attività“ delegando agli assessori competenti. seppur questi ultimi sempre apprezzati.
“Abbiamo grandissima responsabilità. Se io dovessi perdere il banco le porto tutte le famiglie sotto il comune. Aspetto una sua risposta“ ha concluso Stefania nel video rivolgendosi al Primo Cittadino, sottolineando che il 14 ottobre è in programma un nuovo scarico di circa 20 quintali di generi alimentari, che rischia di arrivare in assenza di una sede di appoggio.

Doriana Beranzoli

Più informazioni
commenta