Quantcast
Ospedale di Velletri - "Ora basta!": venerdì mattina manifestazione di protesta in Regione - Castelli Notizie
FOCUS

Ospedale di Velletri – “Ora basta!”: venerdì mattina manifestazione di protesta in Regione

Ora basta

“Ora basta!”. E’ uno slogan, quello che accompagna l’iniziativa in programma per la mattinata di venerdì 8 ottobre, quando gran parte dell’opposizione consiliare veliterna si trasferirà a Roma insieme a tutti i cittadini che vorranno far sentire sotto la Regione il grido di dolore contro la continua chiusura di reparti all’Ospedale “Paolo Colombo”.

“Salviamo l’Ospedale” è l’imperativo di chi ha chiamato a raccolta la popolazione, col fermo intento di andare a protestare contro la continua erosione di servizi. Una mannaia che si è abbattuta anche contro i reparti di Ginecologia, Ostetricia e Pediatria, col Punto Nascita chiuso ormai da oltre un mese e mezzo.

Vi parteciperanno anche i consiglieri comunali di Fratelli d’Italia, Difendere Velletri e Lega, compresi i rappresentanti regionali, su tutti Giancarlo Righini, che più di tutti si è speso anche in ambito sovracomunale per salvare il salvabile dai tagli inferti al nosocomio.

L’appuntamento, per chi volesse partecipare, è in via San Biagio alle 8: da lì partirà un pullman, diretto proprio in via Raimondo Garibaldi, a due passi dalla Cristoforo Colombo, presso la sede della Giunta Regionale del Lazio.

Ricordiamo che nei giorni scorsi è stato notificato il Ricorso straordinario al Presidente della Repubblica presentato da Fratelli d’Italia avverso la determinazione dirigenziale della Direzione Regionale Salute della Regione Lazio, con la quale si è sancita nei mesi scorsi la definitiva chiusura del Punto Nascita di Velletri.

Da parte sua il Comune ha fatto ricorso al Tar, che verrà discusso il 12 ottobre. Nell’attesa si spera in una mobilitazione popolare che faccia breccia in chi muove fili su decisioni che minano il diritto alla salute di decine di migliaia di persone.

Castelli Notizie“, da sempre vigile su tutto quanto accade in ambito sanitario, sarà presente alla manifestazione, per garantire una copertura mediatica appannaggio di chi non potrà partecipare.

Ora basta
Più informazioni
commenta