Quantcast
Suggestiva la Notte della Luna sul lago di Nemi con gli astrofili dell'associazione ATA - Castelli Notizie

Suggestiva la Notte della Luna sul lago di Nemi con gli astrofili dell’associazione ATA

osservazione luna ata a Nemi

Che cosa sono le fasi lunari? Perché non vediamo mai “il lato oscuro della luna”? Cos’è la luce cinerea? Queste e tantissime altre domande hanno trovato risposta ieri sera sulle sponde dell’affascinante lago di Nemi, in veste notturna. Nella serata internazionale di osservazione contemporanea della Luna promossa dalla Nasa, il Parco dei Castelli Romani e l’associazione A.T.A. hanno organizzato l’apprezzato e partecipato evento gratuito della “Notte della Luna”.

osservazione luna ata a Nemi

La serata si è aperta con le approfondite spiegazioni dell’ex Professoressa del Liceo Classico di Frascati “Marco Tullio Cicerone” Antonella Guerrieri, detta “Titti”, laureata in Astrofisica, la quale ha risposto agli interrogativi che comunemente ci si pone sul nostro meraviglioso satellite naturale e ha soddisfatto abilmente le curiosità poste dai grandi e piccini presenti all’evento.

Si è poi proseguito con l’osservazione al binocolo della nostra Luna, che si è potuta ammirare in ogni piccolo dettaglio e cratere, e del pianeta Giove, osservabile in questo periodo assieme ai tre satelliti medicei scoperti da Galileo Galilei Io, Europa e Ganimede.

L’associazione A.T.A., attiva dal 1995 sul territorio dei Castelli Romani, si occupa di promuovere la cultura scientifica attraverso l’astronomia. Gestisce, inoltre, il Parco Astronomico “Livio Gratton”, sito a Rocca di Papa (RM) in localitá Vivaro, uno dei principali centri per la divulgazione scientifica, e dal 2011 offre a scuola e pubblico il Planetario itinerante Tuscolano.

Sara Cossu

commenta