Quantcast
Frascati - A via Macchia dello Sterparo investito l'ennesimo gatto. Una cittadina: "Vogliamo i dissuasori" - Castelli Notizie

Lettera al direttore

Attualità

Frascati – A via Macchia dello Sterparo investito l’ennesimo gatto. Una cittadina: “Vogliamo i dissuasori”

macchia dello sterparo


Abbiamo ricevuto la lettera di Anna Rita Luongo una residente a cui in meno di un anno sono stati investiti due gatti su via Macchia dello Sterparo, che ribadisce la situazione di pericolosità della via periferica, già segnalata in passato all’amministrazione comunale.

macchia-dello-sterparo-1

“Ora basta, siamo stanchi di vedere i nostri figli piangere perché i loro migliori amici vengono uccisi da pirati della strada…i gatti fanno parte delle famiglie come membri attivi e per questo amati. Sono anni che Via di Macchia dello Sterparo è stata scambiata per l’Autodromo di Monza, macchine che sfrecciano in pieno giorno mentre di notte vanno in modalità razzo.

I nostri animali vanno tutelati …e se al posto dei miei due gatti, investiti nel giro di un anno, fosse stato investito un bambino? Vogliamo tutelare anche e SOPRATTUTTO i nostri figli che non sono liberi di fare una passeggiata fuori casa perché siamo terrorizzati che possano essere travolti da piloti indomiti e senza paura? Può essere che ogni volta che usciamo dai nostri cancelli con le nostre auto dobbiamo temere di essere colpiti da un auto in corsa? Lamentele in Comune ne sono giunte molte nel tempo ma sono rimaste inascoltate, la periferia non interessa a Palazzo Marconi a quanto pare ma poi, quando si ha bisogno di voti, senza problemi ti vengono a citofonare a casa elargendo promesse e strette di mano.

Giunge spontanea la domanda: i nostri voti sono buoni quando ci sono le elezioni ma poi quando bisogna tutelarci non siamo più cittadini come gli altri? Ai posteri l’ardua sentenza. Adesso basta, bisogna salvaguardare anche i cittadini di seconda fascia, quelli senza diritti e con soli doveri, dovete, e sottolineo dovete, tutelare anche noi! Vogliamo i dissuasori per rallentare la corsa dei pirati della strada, più controlli, siamo parte di una comunità e abbiamo diritto di essere trattati come membri interni ad essa”.

Anna Rita Luongo

Più informazioni
commenta