Quantcast
Assistenza domiciliare disabili: richiesto Consiglio straordinario a Velletri per rimediare alle ingiustizie. A Lariano convocato il terzo settore - Castelli Notizie
Politica

Assistenza domiciliare disabili: richiesto Consiglio straordinario a Velletri per rimediare alle ingiustizie. A Lariano convocato il terzo settore

Dall'incontro con l'ufficio di piano, i due sindaci hanno deciso di convocare nuovamente il terzo settore (già ricevuto due settimane fa in data 14 ottobre da remoto). Questa volta la riunione delle associazioni di categoria con l'Ufficio di piano avverrà in presenza e a Lariano, domani mercoledì 27 alle ore 15:00.

Generico ottobre 2021

Novità sembrano palesarsi sul fronte dell’assistenza domiciliare ai disabili per la modifica del tanto criticato testo del Regolamento. Sul punto, il Comitato 0-20 ha insistito nei giorni scorsi con una lettera indirizzata ai sindaci di Lariano e di Velletri con la quale è stata chiesta l’ennesima assunzione di responsabilità. L’appello scaturisce dalla preoccupazione dello stesso sulla scadenza in corso dei bollettini a carico dei contribuenti e alla luce dei precedenti incontri istituzionali che hanno lasciato il problema irrisolto. Castelli Notizie ha lungamente approfondito il tema nell’edizione cartacea di ottobre. A seguito di un nuovo incontro dei due sindaci con l’ufficio di piano (il primo c’era stato poco più di un mese fa, n.d.r), il Sindaco di Velletri Orlando Pocci ha manifestato la volontà di rimediare a quello che è stato un errore a tutti i livelli: politico, amministrativo, tecnico. Il sindaco di Lariano tuttavia, resta ancora fermo sulle sue posizioni.

Dall’incontro con l’ufficio di piano, i due sindaci hanno deciso di convocare nuovamente il terzo settore (già ricevuto due settimane fa in data 14 ottobre da remoto). Questa volta la riunione delle associazioni di categoria con l’Ufficio di piano avverrà in presenza e a Lariano, domani mercoledì 27 alle ore 15:00.

A Velletri chiesta la convocazione di un Consiglio comunale straordinario da parte di Greci e Felci

Del Regolamento sull’assistenza domiciliare ai disabili si è parlato anche al Consiglio comunale veliterno di ieri 25 ottobre. I consiglieri d’opposizione Giorgio Greci e Paolo Felci hanno chiesto la convocazione di un Consiglio straordinario per discutere sulla modifica del Regolamento tanto discusso. Al solito battagliero, sul tema, il capogruppo della Lega, Giorgio Greci: “Non ci capacitiamo come possa esserci stato tutto quest’attendismo, a discapito delle tante famiglie che si sono viste recapitare bollettini con cifre davvero sproporzionate ed inaccettabili”.

Parimenti critico Paolo Felci (Difendere Velletri): “Trovo scomoda questa situazione in cui stiamo dipendendo dal Comune di Lariano con un sindaco dello stesso partito con il quale non si riesce a concordare con la nostra amministrazione la revisione del Regolamento sull’assistenza domiciliare. Io auspico che attraverso vertici di partito si possa porre rimedio agli errori che abbiamo fatto”.

Così ha replicato il Sindaco Orlando Pocci sulla richiesta di modifica del regolamento: “Prima di un Consiglio comunale straordinario credo che vada convocata una Commissione come, tra l’altro, lo statuto prevede. Da capire con dati alla mano quanto danno ha provocato alla città questo strumento e per affrontare una sua modifica”. Il Primo cittadino ha richiesto inoltre all’assessora agli affari sociali Giulia Ciafrei di prendersi carico della commissione indicata.

Si attendono dunque gli esiti dell’incontro di mercoledì del terzo settore con l’Ufficio di piano nel comune di Lariano. Attesa anche per la decisione sulla data di convocazione del Consiglio comunale straordinario di Velletri, previsto entro il 3 novembre.

leggi anche
Generico novembre 2021
Politica
Distretto Velletri-Lariano, rinviati di un mese i pagamenti per l’assistenza domiciliare ai disabili. Il punto di Alessandra Modio
Ilaria Neri consigliera dell'opposizione a Lariano
Politica
Lariano – L’Intervista a Ilaria Neri sull’assistenza domiciliare: “Non c’è volontà di annullare il regolamento”
commenta