Quantcast
Cambia il Codice della Strada: scopri le novità dal 10 novembre - Castelli Notizie
Attualità

Cambia il Codice della Strada: scopri le novità dal 10 novembre

cellulare alla guida

A partire da domani, 10 novembre, entrano in vigore con il nuovo Decreto Infrastrutture, alcune sostanziali novità in merito Codice della Strada, con pene più severe per i trasgressori e nuove discipline.

Tra le novità più sostanziali c’è il divieto di usare mentre si è al volante non solo il cellulare ma anche gli  altri device elettronici, come tablet e simili. La norma li indica come “apparecchi radiotelefonici” e l’elenco include pure computer portatili, notebook e “dispositivi analoghi che comportino anche solo temporaneamente l’allontanamento delle mani dal volante”.

Un inasprimento delle sanzioni è previsto per chi occupa parcheggi riservati ai disabili senza averne diritto, ed anche a chi occupa indebitamente gli stalli dedicati alla ricarica dei veicoli elettrici. Nello specifico gli stalli preposti alla ricarica di un veicolo elettrico dovranno essere occupati solo nell’arco di tempo necessario per fare rifornimento. Trascorsa un’ora, sarà vietato sostare ulteriormente. Il divieto non vale tra le 23 e le 7 del mattino, ad eccezione degli spazi riservati alle colonnine fast e alle super fast, che dovranno essere liberati non appena terminata l’operazione di ricarica.

Vengono inasprite le sanzioni per chi getta oggetti dal veicolo in movimento o insozza la strada o le sue pertinenze gettando rifiuti o oggetti dai veicoli in sosta o in movimento.

Generico novembre 2021

Attraversamenti pedonali

Nei principi del Codice viene previsto che, oltre alla sicurezza, anche la tutela della salute delle persone e la tutela dell’ambiente rientrano tra le finalità primarie di ordine sociale ed economico che devono essere perseguite nella disciplina della circolazione stradale.  In attuazione di questo principio vengono apportate numerose modifiche al Codice, tra cui l’introduzione di nuovi obblighi di comportamento in corrispondenza degli attraversamenti pedonali: i conducenti dei veicoli devono dare la precedenza non solo ai pedoni che hanno iniziato l’attraversamento, ma anche a quelli che si stanno accingendo ad effettuare l’attraversamento.

Parcheggi disabili e strisce rosa

I disabili potranno parcheggiare gratuitamente, dal 1° gennaio 2022, sulle strisce blu istituiti da tutti i Comuni italiani, quando non c’è disponibilità nei posti riservati; in tutto il codice i termini “debole” e “disabili in carrozzella” sono sostituiti con i termini “vulnerabile” e “persone con disabilità”.

Per chi parcheggia indebitamente sugli stalli gialli è previsto un inasprimento dei provvedimenti:  le sanzioni pecuniarie andranno da 168 a 672 euro (attualmente la forbice oscilla da 84 a 335 euro), mentre i punti decurtati dalla patente diventeranno 6 anziché 2.

Il Decreto Infrastrutture prevede anche l’introduzione nel codice della strada degli ‘stalli rosa’ per il parcheggio per le donne in gravidanza e i genitori con i figli fino a due anni di età.

Utilizzo del casco

Cambiano le regole per chi va in moto senza casco. Se il passeggero che non indossa il casco è minorenne, non viene multato più il guidatore, ma la sanzione scatterà per il passeggero a prescindere dall’età.
Monopattini
Sui monopattini, a partire dal 1° luglio 2022, diventano obbligatori le frecce (e gli stop) e i freni su entrambe le ruote (i nuovi monopattini commercializzati dopo quella data dovranno esserne provvisti, tutti gli altri hanno tempo fino al 1° gennaio 2024 per adeguarsi). L’assicurazione sarà obbligatoria solo per i mezzi a noleggio. I monopattini non potranno superare i 6 km/h di velocità durante il transito nelle aree pedonali e non potranno viaggiare oltre i 20 km/h in tutti gli altri casi. E non potranno circolare né sostare sui marciapiedi – salve deroghe comunali – né circolare contromano.

 

 

commenta