Quantcast
Ciampino, il commissario mettere mano ai rapporti economici tra Comune e Ambiente Spa - Castelli Notizie
Politica

Ciampino, il commissario mettere mano ai rapporti economici tra Comune e Ambiente Spa

comune ciampino
Tra le funzioni prioritarie di un commissario prefettizio c’è quella di amministrare bene i conti di un Comune. Cosa che, a quanto pare, sta avvenendo anche nel municipio di Ciampino, commissariata dopo la caduta della giunta della sindaca Ballico. In particolare, si sta lavorando sul profilo dei debiti e dei crediti che il palazzo comunale ha con i vari enti. Da una determinazione, pubblicata sull’Albo pretorio del sito istituzionale, si scopre dunque che il commissario ha recentemente messo mano sui rapporti economico-finanziari tra il comune aeroportuale e la municipalizzata Ambiente Spa: l’Ambiente Energia e Territorio (anche indicata con l’acronimo AET) è una società per azioni a totale partecipazione pubblica con sede in Ciampino che svolge la propria attività nel settore pubblico. Il core business è rappresentato dalla gestione ed erogazione in modalità integrata dei servizi di igiene del suolo, di raccolta ad avvio allo smaltimento rifiuti per un bacino di utenza di oltre 170 mila abitanti.
Ebbene, il Comune di Ciampino con apposita determinazione dirigenziale ha deciso di dare esecuzione della scrittura privata di accordo compensativo tra il Comune di Ciampino e la società Ambi.en.te SpA, approvata negli scorsi mesi in consiglio comunale. Ma cosa dice questa scrittura privata? Come è la situazione economica tra i due enti? “la situazione tra le parti risulta essere la seguente: importo a debito dell’Ente verso la società 467.472,19 euro; importo a credito dell’Ente verso la società 237.293,23 euro”, si sottolinea sulla determinazione municipale.
Al fine di sistemare queste situazioni pendenti, il commissario prefettizio avrebbe dato quindi mandato al “Settore Finanziario” di predisporre gli atti conseguenti. Che tradotto vuol dire che il Comune ciampinese impegnerà la somma in uscita di 467.472,19 euro sul capitolo del bilancio 2021; mentre per l’importo di 237.293,23 euro, invece – che risulta essere un credito a favore dell’Ente dovuto dalla società Ambiente SpA – verrà effettuata una operazione di partita di giro con “contestuale emissione di una reversale di incasso e di un mandato di pagamento di pari importo, volto a diminuire il debito dell’Ente verso la società”. E la somma residua restante come debito dell’ente verso la società, pari a 230.178,96 euro, verrà compensata in sede di riversamento periodico per effetto del recupero dell’evasione Tia 2010-2013. E su quest’ultimo fronte, ossia il recupero degli importi della tariffa di igiene ambientale, è lecito pensare che scatterà un’altra partita amministrativa non facile da sbrogliare.
Più informazioni
commenta