Quantcast
CN MODA / MOVIE - Una fascinosa Lady Gaga nella prima mondiale di "House of Gucci" - Castelli Notizie
Cn moda

CN MODA / MOVIE – Una fascinosa Lady Gaga nella prima mondiale di “House of Gucci”

Lady Gaga House of Gucci

Con un  abito elegante e leggiadro color viola di chiffon con un lungo spacco laterale  firmato Gucci, disegnato dallo stilista italiano, direttore creativo della Maison,  Alessandro Michele, stivaletti in pelle nera e strass di Pleaser con un vertiginoso platform, autoreggenti a rete nere, guanti  e sfavillanti e luminosissimi gioielli  Tiffany&Co, forte di una grande personalità, Lady Gaga,  ha sfilato sul Red Carpet londinese l’altro ieri sera in occasione della  prima mondiale del film “House of Gucci”, di cui è una delle attrici protagoniste.

L’attesissima pellicola, destinata a diventare un cult movie,  verrà proiettata in Italia a partire dal 16 dicembre e in America dal 24 novembre. La star che sarà ospite della trasmissione condotta da Fabio Fazio su Rai3 “Che tempo che fa”, domenica  14 novembre, ha salutato la folla di fans che l’attendeva  all’ingresso dell’Odeon Luxe Leicester Square Cinema dove è stata proiettata l’anteprima della storia vera di una delle Fashion Family  più conosciute, amate e invidiate al mondo

…era un nome dal suono così dolce, così seducente, sinonimo di ricchezza, di stile e di potere. Ma il loro nome era anche una maledizione…” così apre Lady Gucci, Patrizia Reggiani, interpretata da Lady Gaga, il  primo trailer del film andato in onda a luglio.

Questa è una storia di lusso, amore, soldi, scandali che capitola in un omicidio, quello di Maurizio Gucci. Nipote di Guccio Gucci, e figlio di Rodolfo, Maurizio si innamorò di Patrizia Reggiani, una giovane emiliana ambiziosa e di umili origini, e la sposò nel 1972, in un rigoroso Gucci  bianco accollato con maniche lunghe.

Coppia carismatica che visse in un  lusso sfrenato  tra New York, Acapulco e Saint Moritz fino al 1985, anno in cui si separò, in un clima di sete di potere e di vendetta, di guerre familiari  per il controllo della maison, che culminarono nella cessione del marchio Gucci per la quota parte di Maurizio, alla Investcorp, segno della fine della proprietà del marchio alla famiglia Gucci, a cui era appartenuto per più di settanta anni. Lady Gucci, abituata ad un lusso smisurato si ritrovò così  a fare i conti con la fine di un matrimonio, la perdita del nome, di una parte della ricchezza  e quindi di uno status, e decise  per vendetta di organizzare l’omicidio del marito.

La  mattina del 27 marzo  del 1995 Maurizio viene assassinato all’età di 46 anni, padre di due figlie,  nei suoi uffici milanesi con ripetuti colpi di arma da fuoco. Tre  anni di indagini portarono alla condanna della moglie, mai reo confessa, e dei suoi tre complici. Lady Gucci, socialite omicida milanese,  sconterà 18 dei suoi 26 anni di pena, con rilascio sulla parola, presso il carcere milanese di San Vittore , da lei ribattezzato Victoria’s Residence: “Dormivo, mi lavavo e scendevo giù in giardino” afferma in una intervista a Discovery+, “i miei rapporti con le detenute erano stupendi”.

Il film di Ridley Scott, basato sul libro “La Saga dei Gucci” di Sara Gay Forden, scritto nel 2000,  girato interamente su set italiani, tra Milano, Roma, Firenze, Como e Gressoney Saint- Jean in Val d’Aosta presenta un cast stellare: Lady Gaga ( Patrizia Reggiani), Adam Driver (Maurizio Gucci), Jeremy Irons ( Rodolfo Gucci padre di Maurizio), Al Pacino (Aldo, lo zio), Jared Leto ( Paolo , il cugino), Camille Cotti ( Paola Franchi, la donna di cui Maurizio era innamorato) , Salda Hayer ( Pina Auremma, l’amica maga di Patrizia che l’aiuto’ ad organizzare l’omicidio). Per i costumi a cura di Janti Yates, Gucci ha aperto le porte del proprio archivio, che ha permesso l’utilizzo  di abiti delle collezioni attuali alternati ad abiti  vintage, ai quali  si affiancano altre griffe come Max Mara e Burberry.

“House of Gucci” ha suscitato pareri contrastanti nella critica ma  ha sicuramente suggellato  la grandezza della regina del pop, una delle donne attualmente più famose.

“Questo film è stata  l’esperienza di una vita, ho pensato spesso ai miei antenati italiani e a quello che hanno fatto per me per arrivare dove sono”  ha dichiarato Lady Gaga durante una intervista per Vogue Italia.

“Mi sono tinta i capelli e ho vissuto  per un anno mezzo come Patrizia, ho imparato l’accento di Vignola, suo paese di origine, e ho parlato come lei per nove mesi. Ho pensato che avrei potuto rendere giustizia a questa vicenda solo se mi ci fossi avvicinata con gli occhi di una donna curiosa, per poter leggere tra le righe di quello che accadeva sulle scene del film”.

Ed è proprio con questa curiosità che attendiamo la proiezione nelle sale cinematografiche, di un film che seppur con un epilogo tragico ci trascina nell’affascinante mondo di una grandissima e  importante Maison italiana che ha contribuito in larga misura alla storia della moda nel mondo.

 House of Gucci
Lady Gaga House of Gucci

 

Più informazioni
leggi anche
Generico novembre 2021
Cn moda
CN Moda – Mirko Cheyenne, celebre hair stylist di Marino, protagonista alla Festa del Cinema di Roma
Generico ottobre 2021
Halloween 2021
CN MODA – E’ una meravigliosa Gothic Queen il Body Painting di Sonia Ricci per Halloween 2021
Mavi Genzano
TEMPO LIBERO
CN MODA – A Genzano le straordinarie creazioni di AMaViS, pioniera del riciclo
Cn Movie Yara
Tempo libero
CN Movie – YARA, il docufilm su Netflix che racconta dell’efferato delitto della 13enne di Brembate
Vita da Carlo Verdone Amazon
Cultura
CN Movie – Recensione di “Vita da Carlo” (Amazon Prime): tra disavventure e romanità
commenta