Quantcast
Velletri - Un successo la raccolta sangue a cura di Allianz e Avis: le parole di Luciano Rutigliano - Castelli Notizie
Attualità

Velletri – Un successo la raccolta sangue a cura di Allianz e Avis: le parole di Luciano Rutigliano fotogallery

Sabato 13 novembre è tornata la raccolta straordinaria “Un gesto che può salvare una vita”, promossa da FC Group Allianz 001 S.r.l. Agenzia Velletri., in collaborazione con l'AVIS

La raccolta straordinaria di sangue “Un gesto che può salvare la vita”, promossa dall’agenzia assicurativa FC Group Allianz, in collaborazione con la sede comunale AVIS, si è svolta questa mattina presso il Centro Avis di Velletri, in viale Bruno Buozzi 2, dalle ore 7 alle ore 10.

Alla chiamata di solidarietà, che aveva già riscosso successo nelle due edizioni precedenti, hanno risposto diverse decine di donatori. Alessandra Cancellieri, agente delle agenzie Allianz 001 srl – FC group, si è detta molto soddisfatta di come è andata la giornata della donazione, confermando la vena solidale che muove l’operato del gruppo.

A conferma dell’ottimo successo dell’iniziativa riportiamo le parole del presidente dell’AVIS di Velletri, Luciano Rutigliano, che abbiamo intervistato proprio durante la mattinata di raccolta sangue straordinaria.

“E’ la terza raccolta che facciamo dal 2019 in collaborazione con Allianz e la buona riuscita di questa iniziativa ci motiva a organizzare un convegno con tutti gli imprenditori di Velletri affinché l’evento di oggi possa essere d’ispirazione anche per altri e non rimanga un caso isolato”

Come è stata organizzata questa iniziativa?

“Alessandra Cancellieri ha contattato amici e collaboratori e li ha invitati a partecipare alla raccolta di sangue di questa mattina, che è una raccolta straordinaria perché noi di solito siamo attivi il mercoledì, il giovedì e il venerdì. Il ruolo di Allianz in questo caso è stato quello di incentivare il numero dei donatori e delle donazioni. Ci piacerebbe proprio creare un gruppo donatori che prenderebbe il nome dell’agenzia, quindi Cancellieri, e che potrebbe essere da stimolo per altri imprenditori veliterni”.

Perché è importante donare il sangue?

“Noi utilizziamo questo slogan: aiutaci ad aiutarti. «Aiutaci» perché con il tuo sangue possiamo salvare delle vite umane. Ogni unità raccolta poi viene frazionata in tre emocomponenti: plasma, piastrine e globuli rossi concentrati. Quindi il sangue di un singolo donatore può essere trasfuso a tre pazienti diversi. «Aiutaci ad aiutarti» perché noi effettuiamo sul donatore tutta una serie di esami gratuiti, dagli esami di chimica clinica (glicemia, colesterolo…) a tutti gli esami di virologia (test per epatite B, epatite C, Aids, sifilide…). Questi esami permettono al donatore avere una conoscenza dettagliata delle proprie condizioni fisiche e di salute. Tutto totalmente gratuito. Noi dell’Avis di Velletri abbiamo anche acquistato un elettrocardiografo, che è un motivo di orgoglio per noi, abbiamo un ecocardio e soprattutto abbiamo una strumentazione, come l’Holter pressorio o l’Holter cardiaco che ci permettono di monitorare il donatore e laddove di fossero delle sospette patologie siamo in grado di intervenire ed essere di supporto al medico di base.

Quali saranno le vostre prossime iniziative?

“Il 3 dicembre faremo un incontro con i medici di famiglia proprio perché vogliamo instaurare un rapporto di collaborazione con i medici di base. Anche perché il medico è il punto di riferimento di ogni paziente. In questo caso, qualora il donatore presentasse un esame alterato dovrebbe rivolgersi direttamente al suo medico curante per sapere se dovrà fare degli accertamenti o comunque degli approfondimenti”.

Può spiegarci come funziona la prima donazione?

“Un nuovo donatore che non ha mai effettuato la donazione di sangue viene invitato il mercoledì o il giovedì pomeriggio per effettuare una visita accurata e l’elettrocardiogramma. Mediante questo primo esame siamo in grado di sapere se il donatore è idoneo o meno alla donazione del sangue. Qualora ci fosse la necessità di fare ulteriori approfondimenti si attiveranno i nostri percorsi interni attraverso gli specialisti che collaborano con noi. Abbiamo un endocrinologo, un ecografista, un cardiologo, un ematologo. In questo modo siamo in grado di capire se il potenziale donatore può o meno donare il sangue”.

Chi può donare il sangue?

“Una persona idonea alla donazione deve pesare più di 50 kg, avere tra i 18 e i 60 anni di età se è alla prima donazione e tra i 18 e i 70 anni se è già un donatore. Deve avere un valore dell’emoglobina superiore a 13,5 per gli uomini e 12,5 per le donne. Non deve assumere farmaci nei 5 giorni precedenti alla donazione, soprattutto antiinfiammatori. Poi non si può donare sangue dopo un grande intervento, devono passare ameno 4 mesi… Poi per tutte le indicazioni specifiche il lettore può consultare il nostro sito internet https://www.avisvelletri.it/ o la carta dei servizi”

Le piacerebbe aggiungere qualcosa che ritiene importante?

Sì, spesso ci chiedono cosa fare se un parente ha bisogno di sangue. Si può segnalare la necessità di sangue direttamente alla nostra segreteria. Noi a quel punto ci mettiamo in contatto con il centro trasfusionale di Velletri affinché mettano il sangue a disposizione del paziente che ne ha bisogno. Il sangue che noi raccogliamo poi viene inviato al centro trasfusionale di Velletri quindi poi eventualmente andiamo a reintegrare il sangue che verrà trasfuso al paziente ricoverato.

È vero che state per cambiare sede?

Sì, penso che la prossima settimana andremo a firmare il contratto e una volta fatto questo faremo partire il bando per i lavori di ristrutturazione. La nuova sede sarà presso l’ex palestra Pennacchi, ubicata in via del Ponte Bianco. Una struttura molto più grande, di circa 500 mq, dove potremo avere una sala donazioni di oltre 70 mq con 6 postazioni e una conseguente diminuzione dei tempi di attesa, e partiremo con la plasmoferesi. Una procedura che dà l’opportunità a chi non volesse o non potesse fare la donazione di sangue intero di donare solo il plasma. In questo modo potranno essere coinvolti nella donazione anche coloro che hanno un valore dell’emoglobina basso. Perché l’emoglobina non si trova nel plasma ma solo nei globuli rossi. Inoltre, nella nuova sede avremo anche una sala convegni da 120 posti che ci permetterà di organizzare incontri formativi ed informativi. Perché riteniamo che la formazione e l’informazione siano alla base della nostra cultura associativa.

Cosa può dirci sul numero di iscritti a cui siete arrivati?

Attualmente viaggiamo intorno ai 3800 soci iscritti. L’anno scorso abbiamo avuto una lieve flessione a causa del covid ma quest’anno abbiamo avuto dei numeri molto interessanti e speriamo di raggiungere le 4500 unità entro la fine dell’anno. C’è sicuramente molta voglia di collaborare e di donare, abbiamo circa 30-40 nuovi donatori al mese e questo fa ben sperare. Ultimamente abbiamo visto anche un sensibile aumento del numero di giovani donatori (18-30 anni). Noi continuiamo a lavorare con il massimo impegno per fare del bene, tutto il consiglio direttivo dell’associazione svolge l’attività a titolo gratuito. Ci sacrifichiamo volentieri per fare qualcosa di utile per la comunità.

 

leggi anche
A VELLETRI IL MERCATINO SOLIDALE DI FC GROUP ALLIANZ
Il mercatino solidale
Velletri – Ottima riuscita per il Mercatino Solidale di FC Group Allianz in favore della Lega Arcobaleno
commenta