Quantcast
Ciampino - Dionisio Gionaj studente dell'Istituto Amari Mercuri tra i 5 premiati nel Lazio per il premio Fair Play 2021 - Castelli Notizie
Attualità

Ciampino – Dionisio Gionaj studente dell’Istituto Amari Mercuri tra i 5 premiati nel Lazio per il premio Fair Play 2021

scuola amri mercuri

Si è svolta il 16 Novembre, a Castelporziano, presso la sede del Centro Sportivo della Guardia di Finanza, la cerimonia di premiazione dell’Edizione Speciale Fair Play Fiamme Gialle 2021.

Il Gruppo Polisportivo Fiamme Gialle è da sempre vicino al mondo dei giovanissimi e della scuola, con particolare attenzione alla promozione della pratica sportiva, dell’educazione allo sport e della diffusione dei suoi valori fondamentali. Tra le diverse iniziative, negli scorsi anni oltre a patrocinare il Torneo “Corriere dello Sport Junior Club”, organizzato dal Centro sportivo Wellness Town, che vede coinvolti ragazzi delle scuole superiori e delle scuole medie del Lazio in un campionato di calcio a 11, le Fiamme Gialle hanno anche istituito nell’ambito di tale Trofeo, il “Premio Fair Play Fiamme Gialle”, destinato alla squadra che, a prescindere dal risultato, si fosse distinta per un comportamento profondamente improntato al gioco leale, al rispetto dell’avversario e delle regole.

scuola amari mercuri

Negli ultimi anni a causa della crisi pandemica, il Torneo è stato sospeso, ma quest’anno si è deciso di organizzare comunque un’“Edizione speciale Fair Play Fiamme Gialle 2021”, premiando cinque studenti che si sono resi autori di un gesto di Fair Play, mostrando un grande altruismo nei confronti dei compagni più vulnerabili o in difficoltà.

Solo cinque gli studenti premiati per tutto il Lazio, alla presenza della campionessa olimpica Antonella Polimenti. Tra loro, lo studente Dionisio Gionaj, diplomatosi quest’estate presso l’IIS AMARI MERCURI, che si è distinto per aver preso parte ad una maratona accompagnando uno studente disabile di una classe diversa dalla propria, rispondendo senza esitare all’invito della docente di Scienze Motorie ed anzi adoperandosi per mettere a proprio agio il compagno, senza conoscerlo e pur sapendo che la partecipazione alla gara non gli avrebbe consentito di vincere nessuna medaglia, se non quella non tangibile della solidarietà.

Dall’Istituto giunge il plauso allo studente ed alla sua docente, prof.ssa Paola Bernardini, per l’importante messaggio umano e sociale, che è tanto più significativo perché vede protagonista un ormai ex studente, giovane uomo, che va nel mondo con valori molto più importanti delle mere conoscenze teoriche.

 

Più informazioni
commenta