Quantcast
Giorgio Greci tuona: "Zero investimenti per Velletri nel Piano Triennale Opere Pubbliche della Regione Lazio; ennesimo voltafaccia del Pd" - Castelli Notizie
Politica

Giorgio Greci tuona: “Zero investimenti per Velletri nel Piano Triennale Opere Pubbliche della Regione Lazio; ennesimo voltafaccia del Pd”

Giorgio Greci

“Ennesimo voltafaccia della Regione Lazio nei confronti della città di Velletri, con la complicità silente del Sindaco Pocci e della sua maggioranza”. Inizia così la nota stampa di Giorgio Greci, capogruppo della Lega nel Comune di Velletri, a commento dell’approvazione da parte della Giunta Regionale del Programma Triennale 2021-2023 dei Lavori Pubblici della Regione Lazio.

“Il Programma – evidenzia Greci – prevede, nel triennio di riferimento, l’avvio di decine e decine di interventi di diverse tipologie che riguardano opere di nuova realizzazione, demolizione, ristrutturazione, recupero e manutenzione per un ammontare di risorse previste pari a circa 404 milioni di euro. Ancora una volta, però, non sembrerebbe esserci traccia di investimenti per Velletri, che non avrà neppure le briciole…

Ancora una volta Velletri esce evidentemente fuori dai radar di una Regione che non prevede alcuno stanziamento per la nostra città. Una Regione, a guida Pd, che se da una parte non dà dall’altra persino toglie, come dimostrato dalle promesse farlocche sull’Ospedale, che continua ad essere smantellato, tanto da metterne a rischio persino la sopravvivenza.

Morale della favola il Partito Democratico ancora una volta non ha minimamente tenuto conto delle prerogative e necessità della città di Velletri, letteralmente abbandonata dal centrosinistra regionale, con la complicità di una maggioranza cittadina totalmente subordinata alle esigenze e ai dettami di partito.

Mi auguro che i cittadini aprano gli occhi su questo, visto e considerato che chi li ha illusi qualche anno fa oggi continua a tradirli, con risultati amministrativi pessimi su tutti i fronti, dalle opere pubbliche al commercio, dalle politiche culturali a quelle ambientali. Un flop continuo – conclude Giorgio Greci – che sta facendo precipitare ogni giorno di più la credibilità di amministratori che hanno evidentemente perso di vista l’importanza che una città come Velletri dovrebbe avere e che invece, proprio per colpa della loro incapacità, sta perdendo sempre di più la centralità che aveva. Con pesanti ripercussioni per tutti coloro che la abitano e la vivono…”.

Più informazioni
commenta