Quantcast
CN Libri - Chiara Gamberale a Velletri il 26 novembre: ecco la recensione del suo nuovo libro, “Il grembo paterno” - Castelli Notizie
Cultura

CN Libri – Chiara Gamberale a Velletri il 26 novembre: ecco la recensione del suo nuovo libro, “Il grembo paterno”

Chiara Gamberale

Si smette mai davvero di essere figli? È possibile saziarsi quando non si ha fame di cibo, ma di amore? Quale difficile equilibrio trovare nelle relazioni più importanti della nostra vita, in grado di renderci felici ma anche di ferirci con accanimento? A queste e ad altre domande prova a rispondere la scrittrice Chiara Gamberale, nel suo ultimo libro, “Il grembo paterno”, edito da Feltrinelli. Al centro della narrazione c’è infatti la crescita di Adele, una ragazza sensibile e profonda che interiorizza la crisi coniugale dei suoi genitori e soprattutto l’ascendente autoritario della figura paterna, finendo per sviluppare disordini alimentari e squilibri affettivi che le impediscono di seguire un percorso di crescita convenzionale.

Il racconto, filtrato dagli occhi adulti della protagonista e ambientato ai giorni nostri, ripercorre un doloroso passato e un instabile presente, che vede Adele invecchiata senza essere cresciuta, in una perenne “adelescenza” e alle prese con una relazione tormentata con un uomo sposato. Adele ha anche una figlia, sbocciata nel suo ventre senza la complicità di un partner, grazie all’aiuto dell’inseminazione artificiale. Nonostante però il suo ruolo rispetto alla piccola sia diventato quello di madre, Adele non riesce a scrollarsi di dosso la relazione con il grembo paterno, che dà il titolo all’intera opera e si riferisce al luogo in cui “galleggiamo quando ancora non siamo successi, nella pancia delle donne, nella mente degli uomini che ci aspettano e che, se si perdonano di farci venire al mondo senza avercelo chiesto, in quei nove mesi devono per forza promettere a noi che tutto ci perdoneranno, che basterà l’amore, l’amore sistemerà sempre quello che sbagliamo”.

E questo amore lei da suo padre l’ha ricevuto, ma accompagnato da duri silenzi, dall’infedeltà coniugale che tanto ha fatto soffrire sua madre, da aspettative esigenti e scoppi di rabbia nei confronti dei suoi figli, persino di Adele, la sua preferita. L’uomo tuttavia non emerge come un esempio negativo: è un personaggio che si è fatto da solo, viene da una famiglia, rinominata quella dei “Senzaniente”, che ha dovuto combattere per anni contro la miseria, e non ha mai avuto una vera e propria educazione sentimentale, come i tanti appartenenti alla sua generazione. Adele subisce i suoi errori e le sue mancanze, così come nella vita adulta subirà il carattere sfuggente di Nicola Attanasio, il pediatra di sua figlia nonché il narcisista di cui diventa amante. I rapporti con entrambi diventeranno pertanto arma e specchio grazie a cui l’autrice scaverà dentro sé stessa, guardando dritto negli occhi le proprie debolezze con la sincerità disarmante che è tipica degli scrittori coraggiosi e veramente validi.

Gamberale adotta uno stile accattivante, mescolando con sapienza espressioni auliche a termini dialettali e persino slang generati dal linguaggio che adottiamo sui social o via sms. Racconta piccoli episodi che hanno costellato la sua crescita, dal primo ragazzo che le ha fatto battere il cuore in tenera età alla bulimia di cui è caduta vittima da adolescente, dalle conversazioni dei suoi genitori intercettate dalla sua stanza alla prima litigata con la sua migliore amica. Riesce a fare uscire quella che potrebbe presentarsi come una storia relativamente banale dalla prigione della mediocrità grazie a una profondità di pensiero e di sentimenti che trapela dalle pagine, interrogandosi “non solo sull’amore dato, ma anche su quello ricevuto”, come ha scritto Paolo di Paolo. A forgiare il carattere della protagonista, infatti, più che le cose brutte accadute sembrano essere quelle belle non accadute, la nostalgia di ciò che non è ancora avvenuto e forse mai avverrà: un abbraccio da parte di suo padre, la conferma di essere abbastanza, un amore in grado di colmare il vuoto nel suo petto.

Venerdì 26 Novembre alle ore 18.30 Chiara Gamberale sarà ospite della libreria Mondadori Bookstore di Velletri presso il Teatro Tognazzi a Velletri- Via F. Turati, per presentare questo libro. La manifestazione si svolgerà nel rispetto delle normative Anti-Covid 19. L’ingresso è libero con il green pass, fino a esaurimento posti. L’acquisto del libro sarà possibile anche durante l’evento. Per info 06/96155094prenotazioni@velletrilibris.it.

Ludovica Di Ridolfi

Chiara Gamberale
commenta