Quantcast
All'Istituto "Amari Mercuri" installazioni artistiche per la Giornata contro la violenza sulle donne - Castelli Notizie
Attualità

All’Istituto “Amari Mercuri” installazioni artistiche per la Giornata contro la violenza sulle donne

Nonostante i numerosi problemi che l’IIS AMARI MERCURI, di Ciampino, sta vivendo in questo delicato anno scolastico legati anche alla chiusura della sede di Marino, studenti e corpo docente non dimenticano di riflettere e approfondire le tematiche della parità di genere  e del contrasto alla violenza in ogni sua forma.

E’ per questo che in occasione del 25 novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne, il dirigente scolastico Salvatore Montesano e la Funzione Strumentale Rapporti con il Territorio e Social, prof.ssa Milena Iacuzzo, hanno proposto a docenti ed alunni una riflessione sul tema ed inaugurato numerose istallazione realizzate dagli studenti e dalle studentesse.

Particolarmente significativo il lavoro compiuto dalla classe 4B indirizzo Design della Moda che ha realizzato un pannello di stoffa con tutti i nomi delle vittime di femminicidio nel solo 2021, accuratamente ricamato a mano e con dei fili rossi che riportano e collegano a dei pezzi di manichino sparsi per tutto il parco della scuola, a simboleggiare il corpo delle donne violato, smembrato e non rispettato. Immagini crude e di effetto, se si considera che la prima vittima del 2021 è una bimba di soli 18 mesi. L’opera, come le moderne opere artistiche, è visionabile anche attraverso un QR Code.

Gli studenti della 5 CLC hanno invece realizzato un albero scultoreo, a simboleggiare la vita, nel cui tronco l’esistenza non smette ma continua più forte, esattamente come la donna che ha sempre la forza di rinascere.
Installata infine anche una panchina, su cui la studentessa Georgiana Bivolaru  della classe 4 ALC ha ritenuto di applicare le classiche scarpe rosse, simbolo della lotta alla violenza di genere, posizionate però in modo disordinato, quasi ad indicare una fuga improvvisa ed a ricordare quella violenza che sempre occorre contrastare.
Nella cerimonia di inaugurazione il DS ha tenuto un discorso molto significativo alle studentesse ed agli studenti, invitandoli a non confondere mai nessun sentimento con il possesso, il controllo, la proprietà, ricordando che nessun essere umano appartiene ad altri se non a se stesso e che il ruolo della scuola è proprio quello di prendere consapevolezza di ciò.

Le manifestazioni di invito al sostegno e a riflessione sulla causa non termineranno con queste istallazioni, ma proseguiranno anche attraverso i canali social della scuola.

commenta