Quantcast
Albano, il Consiglio comunale ha conferito la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto - Castelli Notizie
Attualità

Albano, il Consiglio comunale ha conferito la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto

milite ignoto albano

Giornata molto importante, dal grande significato simbolico ed istituzionale, quella andata in scena nella giornata di ieri nell’elegante aula consiliare di Palazzo Savelli.

Il Consiglio Comunale di Albano Laziale, infatti, ha deciso di onorare in seduta solenne, la memoria del Milite Ignoto, con il conferimento della cittadinanza onoraria. L’assise, convocata ad hoc, ha vissuto prestigiosi interventi musicali (con un tenore, tre fiati e la direzione del Tenente Colonnello Fulvio Creux) e la presentazione storica fatta dal professor Michele D’Andrea (araldista, esperto della materia onorifica e cerimoniale e studioso della musica risorgimentale) della presidenza della Repubblica.

Presenti, tra gli altri, il sindaco Massimiliano Borelli, il suo predecessore e attuale presidente del Consiglio Nicola Marini, il Generale Rocco Viglietta, nonché autorità militari ed istituzionali. “Una cerimonia toccante e partecipata – hanno fatto sapere dal municipio castellano -. Il ricordo di un conflitto che non risolse alcuna delle vertenze tra gli Stati ma anzi contenne in sé i germi del secondo terribile scontro mondiale; un abisso di dolore e sofferenza nel quale sprofondarono tutti i soldati, di tutti i Paesi coinvolti”.

Questa, invece, la riflessione del sindaco di Albano, Massimiliano Borelli, che a Castelli Notizie ha sottolineato: “Abbiamo deciso di onorare e ricordare il milite ignoto perché, come ricordato dal Presidente della Repubblica Mattarella, questo soldato senza nome e senza storia, è la storia. Rappresenta la nostra memoria che non deve essere cancellata, affinché gli orrori delle guerre passate non tornino mai più. Una cerimonia solenne come quella di ieri è stato il giusto riconoscimento ai tanti che hanno perso la vita per difendere i valori della Patria e di unità del nostro Paese”, ha detto il primo cittadino.

Mentre per il capogruppo consiliare Fdi, Massimo Ferrarini, anch’egli presenti alla cerimonia, ha riferito che quella di ieri è stato un “momento molto toccante, dall’elevato valore storico e simbolico perché teso a ricordare tutti colori che si sono immolati per la difesa della nostra patria e della nostra comunità.

Cerimonie come queste sono positive perché aumentano e valorizzano l’identità del nostro paese”. Il conferimento della cittadinanza rientra nelle iniziative di commemorazione della traslazione del Milite Ignoto, avvenuta cent’anni fa, il 4 novembre del 1921, nel Sacello dell’Altare della Patria a Roma, e ben 3185 Comuni – tra cui Albano Laziale – hanno deciso di conferire la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto.

 

commenta