Quantcast
CN Moda - Sopracciglia effetto ombretto e eye-liner sfumato: le tendenze del trucco permanente. Ne parliamo con Chiara Colonnelli (Dermoelite) - Castelli Notizie
Attualità

CN Moda – Sopracciglia effetto ombretto e eye-liner sfumato: le tendenze del trucco permanente. Ne parliamo con Chiara Colonnelli (Dermoelite)

Trucco permanente alle sopracciglia (effetto ombretto), alle labbra, laminazione ciglia e eye-liner sfumato sono le tendenze del momento. “Negli ultimi due anni, vista la situazione Covid, che ha obbligato all’uso della mascherina lasciando libero solo lo sguardo, il meccanismo che è scattato in molte donne è stato quello di voler perfezionare la parte degli occhi per renderla più bella. La richiesta maggiore ha riguardato le sopracciglia ma si è rivolta anche ad altri trattamenti estetici come le extensions ciglia, la laminazione ciglia, l’eye-liner sfumato insomma tutto ciò che poteva dare un tocco in più allo sguardo” ci spiega nel suo studio velletrano Chiara Colonnelli.

Estetista da circa 10 anni e dermopigmentista da 6, professionista del settore riconosciuta oltreoceano, fondatrice dell’Accademia Dermoelite, con sedi sparse in tutta Italia, ci chiarisce subito una prima differenziazione nella dermopigmentazione: quella definitiva che è il tatuaggio artistico, e quella semipermanente (che nel parlare comune viene anche definita permanente) che si occupa di abbellire il volto e coprire cicatrici.

Il trucco permanente non è definitivo, permane nel tempo e si modifica, fino a sparire del tutto. Se il pigmento è buono, quindi conforme alla regolamentazione in materia, viene completamente riassorbito dalla pelle in un lasso di tempo variabile. I ritocchi possono essere effettuati per ravvivarlo o correggerlo. “Meccanicamente introduciamo un colore all’interno della pelle per decorare, abbellire, correggere, enfatizzare o armonizzare alcuni tratti del viso o inestetismi del corpo. Non sono trattamenti dolorosi ma possono provocare dei fastidi la cui tollerabilità dipende sia dalla parte che si va a trattare che dalla sensibilità del cliente” dichiara la dermopigmentista che ci mostra lo strumento che utilizza, il dermografo, una macchinetta che muove aghi non cavi perché il prodotto viene inoculato e non iniettato. L’ago prende il colore e lo spinge all’interno della pelle, battendo, crea una serie di puntinato attraverso il quale si possono avere delle linee, delle sfumature o dei riempimenti a seconda dell’effetto che si vuole ottenere.

Parlando di sopracciglia, “abbiamo passato la moda dell’‘effetto pelo’ da circa un anno” – ci racconta Chiara – “si pensava fosse l’effetto più naturale, ma negli ultimi anni dall’Est soprattutto, è arrivata una nuova tendenza quella dell’effetto ombretto. Si va a ricreare un effetto ombre’, cioè una sorta di riempimento a polvere di tutto il sopracciglio rendendolo più definito più pulito, un po’ come se fosse già truccato. Attraverso questa sfumatura si valorizzano punti luce in modo molto naturale”.

Secondo la nostra professionista è avvenuta una sorta di capovolgimento della moda in questo caso, perché mentre in passato la donna seguiva i trend nelle forme e grandezze si è rivalutata oggi l’importanza della soggettività e di parametri, proporzioni e misure dando più rilievo ad aspetti del volto quali l’osso orbicolare o la muscolatura, sottolineando come il sopracciglio sia forse il dettaglio più importante a livello espressivo/mimico, perché racconta tutte le nostre emozioni e/o le enfatizza (arrabbiatura, stupore, etc.).

“Mi sono capitate clienti per esempio con sopracciglia piangenti, che hanno causato loro stati di disagio nella comunicazione verbale, minandone la credibilità, con conseguenze a livello emozionale”.

Con lo sguardo alle ciglia, invece, un’altra tendenza sempre più in aumento è la laminazione, un lavoro non particolarmente impegnativo ma che produce un bel risultato e consente di avere un effetto mascara coniugando così la comodità alla cura. Si lavorano le ciglia naturali e attraverso la cheratina si ricostruisce il pelo idratandolo, per poi colorarlo e incurvalo con un bellissimo risultato “extension”. Si potrebbe pensare ad un suo utilizzo anche per situazioni contingenti quali un evento, una serata, o per trascorrere un periodo al mare. Per concludere lo sguardo, l’eyeliner permanente si, ma sfumato.

Riconoscendo una sorta di genialità alla donna, anche il trucco permanente alle labbra, nonostante siano coperte da mascherina, ha avuto un picco di richieste. Infatti proprio quest’ausilio anti-covid ha consentito a molte di loro di potersi concedere un trucco al quale hanno dovuto rinunciare in passato per le limitazioni dovute a gonfiori della bocca post ‘intervento’. Così mentre la mascherina nasconde quelle che potrebbero essere delle limitazioni ai propri appuntamenti nell’immediatezza dell’intervento, quest’ultimo garantisce un risultato a prova di mascherina. Nuovo must: riempimento, abbiamo lasciato alle spalle il contorno labbra per colorarle di nuance nude e delicate che in caso possono essere coperte da qualsiasi tipo di tonalità e genere di rossetto.

Il trucco come più in generale la moda dietro la loro apparente frivolezza, includono anche significati più profondi quali l’autostima, la sicurezza, l’accettazione e ci possono venire in soccorso per risolvere alcuni disagi invalidanti attraverso strumenti quali trattamenti di estetica avanzata come il microneedling che tratta gli inestetismi della pelle, smagliature e cicatrici. Quest’ultime oggetto anche di trucco permanente che, camuffa, crea un effetto ottico, aiutando la risoluzione di situazioni importanti, per parte dei quali Chiara Colonnelli, come altre sue colleghe, si presta ad una sorta di volontariato.

Chiara Colonnelli
commenta