Quantcast
Velletri - La pioggia non rovina l'inaugurazione della 'nuova' Torre del Trivio. Pocci: "Restituire valore a Piazza Cairoli" - Castelli Notizie
Attualità

Velletri – La pioggia non rovina l’inaugurazione della ‘nuova’ Torre del Trivio. Pocci: “Restituire valore a Piazza Cairoli” fotogallery

Nuova Torre del Trivio Velletri

La tanto attesa inaugurazione del nuovo sistema di illuminazione della Torre del Trivio si è svolta nel pomeriggio di sabato 4 dicembre alla presenza del Sindaco Orlando Pocci e del consigliere Mauro Leoni, delegato alla riqualificazione del centro storico. L’evento (di cui riportiamo una fotogallery a cura di Damiano Papacci) è stato introdotto dalla suggestiva sfilata dei figuranti in costume d’epoca medievale a cura della Storica Officina di Rita Menghini e dall’esibizione degli Sbandieratori e dei Musici di Velletri (guidati dal neo presidente Francesco Antonetti, alla prima uscita dopo la scomparsa di Fabio Antonetti), con un omaggio performativo allo storico monumento che da secoli veglia sulla città.

Posteriormente ai saluti di rito da parte dei rappresentanti dell’Amministrazione e di don Roberto Mariani, parroco della chiesa di Santa Maria in Trivio, sono intervenuti i due principali artefici della nuova illuminazione: l’architetto Giorgio Della Longa, il quale ha curato i rapporti con la Soprintendenza ai beni culturali, e Federico Ognibene, capo progetto e ideatore di tutte le apparecchiature di ultima generazione, realizzate all’interno della sua azienda ILM lighting, che hanno dato splendore all’antico simbolo della città anche durante le ore notturne.

Il capo progetto Federico Ognibene ha illustrato ai presenti i dettagli tecnici della nuova illuminazione: “Abbiamo progettato degli apparecchi con tecnologia a led e l’illuminazione sarà sia interna che esterna. Questi due tipi di illuminazione vivranno in simbiosi. Per l’illuminazione interna abbiamo utilizzato degli apparecchi di illuminazione lineari con un’ottica asimmetrica, ovvero che spostano il fascio di luce lateralmente installati alle basi esterne delle bifore. Per l’ultimo piano abbiamo preferito un tipo di illuminazione differente in modo da rendere visibile anche la splendida campana che si trova al suo interno. L’illuminazione esterna invece è stata realizzata attraverso apparecchi a led con un’ottica strettissima ed ellittica. Questo ci permette di illuminare dal basso le facciate della torre. Infine, abbiamo fatto un piccolo intervento di illuminazione per valorizzare l’icona mariana”.

“L’illuminazione della Torre fa parte di un progetto più ampio che cercherà di coinvolgere tutta piazza Cairoli”, ha dichiarato il Primo cittadino, che ha poi proseguito spiegando che nei decenni scorsi Piazza Cairoli “era la piazza più vissuta” e che il sabato sera era sempre piena di gente perché i cittadini erano soliti radunarsi sotto i portici.
“Con la nuova illuminazione della Torre e con l’apertura di un nuovo spazio di viabilità pedonale vogliamo contribuire a ridare valore alla piazza”, ha aggiunto il Sindaco Pocci, ringraziando ancora una volta Federico Ognibene per il lavoro svolto e ai tecnici del Comune che hanno collaborato e concludendo il suo intervento con una simpatica battuta sul tempo avverso: “Illuminazione bagnata, illuminazione fortunata”.

Noi di Castelli Notizie abbiamo ripreso il momento dell’accensione delle luci in diretta, preceduta da una rullata di tamburi a cura di tre sbandieratori tra cui il presidente del gruppo Francesco Antonetti e accolta da un tripudio di applausi. Nonostante l’inaspettato acquazzone, decine di cittadini hanno assistito all’evento di inaugurazione. In molti si sono riparati sotto i portici, mentre i più temerari sono rimasti accanto alla Torre muniti di ombrelli.

Era prevista dal programma anche la proiezione di un video dedicato alle lavorazioni effettuate ma è stata annullata, proprio a causa della pioggia.

Abbiamo infine chiesto a Federico Ognibene un commento a margine dell’evento:

“Siamo tutti abbastanza soddisfatti di questa nuova illuminazione; da critico direi che avremmo potuto fare anche di più ma considerando il contesto in cui abbiamo lavorato, cioè l’architettura della torre e le sue criticità strutturali, non è stato possibile migliorare ulteriormente un effetto che è già sicuramente gradevole. Mi hanno fatto molto piacere i commenti positivi da parte dei cittadini che hanno apprezzato il nostro lavoro e l’amore della comunità nei confronti della Torre. Sono molto contento di aver collaborato con l’Amministrazione per questo progetto e spero che la buona riuscita dell’iniziativa possa aprire la strada ad altre professionalità e altri progetti per valorizzare i nostri monumenti e le nostre eccellenze. Ringrazio ancora una volta tutti i veliterni che hanno creduto in me e che mi hanno incentivato a non abbandonare il territorio con il loro affetto”.

leggi anche
Torre del Trivio Velletri
Attualità
Velletri – Lo spettacolo della Torre del Trivio illuminata! Mauro Leoni raggiante: “Dà prestigio al centro storico”
Generico novembre 2021
Attualità
VELLETRI – La Torre del Trivio s’illumina di nuova luce: intervista a Federico Ognibene, progettista della nuova illuminazione
Mauro Leoni Velletri Natale 2021
Politica
Velletri – Mauro Leoni illustra le novità per il Natale 2021 e sul rilancio del centro storico
commenta