Quantcast
Lanuvio - L'affondo del Partito Democratico sulla Nuova Proloco: "Occupa locali di proprietà comunale. Perché?" - Castelli Notizie
Politica

Lanuvio – L’affondo del Partito Democratico sulla Nuova Proloco: “Occupa locali di proprietà comunale. Perché?”

“Dopo il Cantinone, la Lanuvio Nuova Proloco occupa da nove mesi il Centro Musica De André, che era destinato alle associazioni”. Inizia così il comunicato stampa del Partito Democratico di Lanuvio e Campoleone, che mette nel mirino proprio le attività della Lanuvio Nuova Proloco, innalzando i toni delle scontro a 6 mesi dal rinnovo del Consiglio comunale.

“Il fatto – si legge nella nota stampa – è evidente ed inequivocabile: da quando è stata costituita, la Lanuvio Nuova Proloco occupa ABUSIVAMENTE locali di proprietà comunale. Perché ABUSIVAMENTE? Perché non c’è mai stato uno straccio di atto ufficiale di assegnazione da parte della Giunta Galieti/Volpi in tal senso. Semplicemente l’hanno fatto, e qualcuno glielo ha permesso. Qualcuno gli ha dato le chiavi, prima del Cantinone e poi del Centro Musica De André, e loro li hanno occupati, senza alcuna autorizzazione, senza pagare alcun affitto, ed alla faccia delle associazioni che, invece, questi spazi se li vedono negati, visto che una richiesta congiunta di due associazioni per la gestione del Centro Musica De André, protocollata una prima volta il 25 agosto e poi nuovamente il 1 novembre, giace sui tavoli di Sindaco, Vice Sindaco, Assessori e Uffici competenti, senza che a qualcuno sia venuto in mente, anche solo per educazione, di fornire una qualsiasi risposta. Ma questa non è una novità, è il metodo vigliacco e arrogante di chi fa finta di niente pur di non dare spiegazioni: non vedo, non sento, non parlo”.

“E dire che giusto due anni fa, di questi tempi, il vice sindaco Volpi si faceva vanto della ristrutturazione del Centro Musica appena avviata, dichiarando ai giornali: “Il gran fiorire di tantissime realtà associazionistiche ci ha convinto ad intervenire per arricchire il patrimonio comunale di un altro spazio da mettere a disposizione di associazioni e cittadini”. Il Centro Musica De André è ufficialmente ristrutturato e disponibile dal 15 marzo 2021, ma NON è a disposizione dei cittadini e neanche delle associazioni.

Sono trascorsi nove mesi, le associazioni se lo vedono negare, e intanto dentro c’è, abusivamente, la sede della Nuova Proloco, che, per inciso, ha sede legale (riportata nell’atto costitutivo ed in tutti gli atti ufficiali), presso via Sforza Cesarini snc, presso la fantomatica “Casa delle Associazioni”, nell’ex scuola. Altro locale di proprietà comunale, per il quale non esiste alcun atto di assegnazione o di autorizzazione a domiciliarvi la sede legale, e questo rende non solo ulteriormente abusiva la posizione della Lanuvio Nuova Proloco, ma determina anche un falso in atto pubblico, perché in assenza di atti amministrativi formali, dichiarare di avere sede legale presso un edificio comunale è un illecito, di cui qualcuno dovrebbe rispondere.

Per questo ci chiediamo: quanto deve durare ancora questa buffonata? Perché se questa regola vale per tutti, basta comunicarlo ufficialmente, in modo che ogni associazione possa trovarsi un locale comunale che gli piace e farne la propria sede, legale ed operativa, in barba ai regolamenti”, concludono dal Partito Democratico lanuvino.

Più informazioni
commenta