Quantcast
Ariccia, è Giorgia La Leggia il nuovo segretario del Pd: “A lavoro con impegno” - Castelli Notizie
Politica

Ariccia, è Giorgia La Leggia il nuovo segretario del Pd: “A lavoro con impegno”

Generico dicembre 2021

Nata il 12 aprile 1977, avvocato, donna forte, determinata e pronta a fare bene alla guida del Partito Democratico. Giorgia La Leggia è ufficialmente il nuovo segretario del Pd di Ariccia, elezione arrivata nelle scorse dopo la conclusione del congresso locale del partito. La Leggia si è detta onorata per la nuova avventura politica e ha affidato ai social network un messaggio di ringraziamento a tutti coloro che si sono recati al voto ed “hanno espresso la loro fiducia per la lista “Giovine Ariccia” e per la sottoscritta, eletta nuovo Segretario del Partito Democratico di Ariccia!!”, ha scritto a caldo, nella giornata di ieri.

Il neo segretario cittadino ha già chiari in mente gli obiettivi e il percorso da intraprendere per radicare sempre di più il Partito Democratico sul territorio di Ariccia: “Abbiamo preso un grande impegno verso tutti i nostri tesserati che hanno espresso la loro fiducia in un progetto nuovo, dinamico, incentrato sul riportare nella nostra cittadina una politica fondata sui valori primari della sinistra, una politica fatta in mezzo alle persone, con le persone, per le persone”. E, ancora un pensiero personale, sempre via Facebook: “Grazie, grazie, grazie, ancora una volta mi avete scaldato il cuore ed ancora una volta mi obbligate a ripetermi: i numeri sono sintomi di Fiducia e non sbagliano mai”.

Infine, contattata da Castelli Notizie, ha puntualizzato: “Sono lusingata della fiducia accordata da tutti i tesserati, faremo del nostro meglio per creare un partito aggregativo, aperto a tutte le istanze, anche quelle rappresentate dalle liste civiche di sinistra, per creare una realtà unitaria e coesa nel rispetto dei principi indicati dal Segretario Nazionale Enrico Letta, dal Segretario Provinciale Rocco Maugliani e dal Segretario Regionale Bruno Astorre”, ha concluso Giorgia La Leggia.

commenta