Quantcast
Castel Gandolfo, un Natale di speranze per le attività commerciali di centro e frazioni - Castelli Notizie
Attualità

Castel Gandolfo, un Natale di speranze per le attività commerciali di centro e frazioni

Castel Gandolfo natale

Ancora un Natale con la pandemia, un Natale (almeno per ora) senza il lockdown dell’anno scorso ma comunque molto delicato e complesso per negozianti, imprenditori locali e commercianti. Per questa ragione, numerose amministrazioni comunali stanno invitando la comunità a comprendere nei negozi di vicinato: una iniziativa importante, per non far sentire solo chi ha una attività produttiva. Come sta accadendo, ad esempio, a Castel Gandolfo: “Quest’anno – sottolinea il Vicesindaco del governo Monachesi e Assessore alle Attività Produttive, Cristiano Bavaro – mettiamo sotto l’albero prodotti e regali acquistati nella nostra città. Penso alle tante attività a conduzione familiare che vendono prodotti gastronomici, ai negozi e alle tante botteghe artistiche e artigiane che impreziosiscono il Centro Storico e animano Pavona di Castel Gandolfo (popolosa frazione cittadina, ndr) in cui possiamo acquistare sostenendo i nostri commercianti locali in questo difficile periodo che stiamo attraversando”.

Il vicesindaco Bavaro specifica ancora: “Ma Castel Gandolfo offre anche tante occasioni per trascorrere il tempo libero, come ristoranti, alberghi, case vacanze, bed and breakfast o anche il nuovo piccolo teatro Toni Ucci che ha riaperto in pieno centro. E anche questi servizi turistici possono essere occasione per un bel regalo da mettere sotto l’albero”.

Così come importanti sono gli addobbi e le luminarie, predisposte quest’anno dal Comune gandolfino. A fare il punto è l’assessore alla Cultura, Francesca Barbacci Ambrogi: “A riveder le stelle, questo è il titolo del nostro Natale, il messaggio che vogliamo dare a tutti coloro che osserveranno in questi giorni di festa le illuminazioni del nostro territorio. Il Natale è un momento di forti tradizioni resta per noi la festa dei bambini e del ritorno a sognare. Abbiamo bisogno di tornare a sognare e vorremmo farlo tornando a guardare le stelle. Il nostro territorio verrà illuminato da tante stelle, ci saranno degli alberi illuminati sia nelle frazioni che nel centro storico”.

Previsti in questi e nei prossimi giorni, inoltre, una serie di iniziative, dedicate ai bambini, mentre il 18 dicembre presso il Teatro Petrolini si terrà un concerto Dante-nostro contemporaneo. Infine, dal 12 dicembre al 15 gennaio le botteghe del centro storico espongono i presepi realizzati dai bambini e ragazzi dell’istituto Comprensivo Castel Gandolfo. “Il nostro vuole essere un messaggio di speranza e di ritorno alle tradizioni”, confida l’assessore Barbacci Ambrogi.

commenta