Quantcast
Troppa folla a Roma: chiusa via del Corso, come misura anti assembramento - Castelli Notizie
Cronaca

Troppa folla a Roma: chiusa via del Corso, come misura anti assembramento

Generico dicembre 2021

A un anno di distanza tornano le misure antiassembramento a Roma. Questo pomeriggio le forze dell’ordine si sono viste costrette a chiudere temporaneamente un tratto di via del Corso per far defluire le persone ed evitare affollamenti pericolosi per possibili contagi da Covid-19.

La chiusura è scattata dalla parte di piazza del Popolo, ovvero l’inizio di via del Corso, una delle strade più frequentate della Capitale soprattutto per lo shopping natalizio.

I poliziotti sul posto hanno chiuso la strada dello shopping nel cuore di Roma all’altezza di piazza del Popolo intorno alle 17,45, per far defluire le persone e scongiurare gli assembramenti.

Intanto l’obbligo di mascherine all’aperto o la possibilità di chiedere un tampone, oltre al Green pass, per accedere a locali al chiuso particolarmente affollati, come le discoteche, sono alcune delle misure che la cabina di regia convocata per giovedì dal premier Mario Draghi potrebbe valutare per “incoraggiare a osservare comportamenti prudenti” durante le festività. La riunione, sottolineano fonti di governo, serve a fare un punto della situazione alla luce dei dati aggiornati sul Covid e a fare valutazioni su eventuali misure per le imminenti feste. Si potrebbe riflettere anche sulla possibilità di accorciare la durata del Green pass.

Quanto ai dati sulla diffusione del Covid-19, sono 28.064 i nuovi casi di Coronavirus in Italia (ieri 28.632) a fronte di 697.740 tamponi effettuati su un totale di 129.802.436 da inizio emergenza. È quanto si legge nel bollettino del Ministero della Salute-Istituto Superiore di Sanità di oggi.

Nelle ultime 24 ore sono stati 123 i decessi (ieri 120), che portano il totale di vittime da inizio pandemia a 135.544. Con quelli di oggi diventano 5.364.852 i casi totali di Covid in Italia. Attualmente i positivi sono 347.472 (+15.504), 338.943 le persone in isolamento domiciliare. I ricoverati in ospedale con sintomi sono 7.576 di cui 953 in Terapia intensiva.

I dimessi/guariti sono 4.881.836 con un incremento di 12.430 unità nelle ultime 24 ore.
La regione con il maggior numero di nuovi casi nelle ultime 24 ore è la Lombardia (6.119), poi il Veneto (4.016), l’Emilia-Romagna (2.451), il Lazio (2.409), il Piemonte (2.326) e la Campania (2.256).

Più informazioni
commenta