Quantcast
Ciampino, per il sottopasso di Casabianca il 2022 sarà l’anno della verità - Castelli Notizie
Attualità

Ciampino, per il sottopasso di Casabianca il 2022 sarà l’anno della verità

Astral Lupi

Il sottopasso di Casabianca è una opera strategica, di cui a Ciampino si parla da anni, per non dire decenni. E se ne parlava sicuramente anche ai tempi in cui Simone Lupi era sindaco della cittadina aeroportuale, che ha sempre considerato questa infrastruttura un progetto fondamentale per snellire il traffico in quella porzione di quadrante cittadino. Il desiderio di realizzazione del sottopasso di Casabianca e i relativi step amministrativi sono andati avanti (non troppo velocemente, a dire il vero) nel corso di questi ultimi anni e stanno andando avanti anche in queste settimane.

Come informa il consigliere regionale Lupi, stamane è andata in scena una nuova riunione ad Astral, con i tecnici della azienda regionale e con l’amministratore unico Mallamo, per analizzare nel dettaglio lo stato di avanzamento delle procedure che dividono dall’inizio dei lavori di realizzazione del Sottopasso di Casabianca a Ciampino, “opera di fondamentale importanza per decongestionare il traffico locale cittadino e del quadrante a sud della Città di Roma Capitale ed in particolare dei Castelli Romani”, ricorda lo stesso SimonecLupi. Quali i prossimi step, dunque?

Nei primi mesi del 2022 si dovrebbe dare seguito ai sondaggi per definire la progettazione esecutiva e la convocazione della conferenza dei servizi: “Sono ripartito da dove ci siamo lasciati un paio di anni fa ma soprattutto per chiudere in positivo quanto iniziato da Presidente della Commisione Bilancio con il finanziamento di 13 milioni di euro da parte della Regione Lazio di quest’opera fondamentale per la vita delle comunità che ci pregiamo di amministrare”, ha chiosato il consigliere regionale in quota Partito Democratico.

commenta